Home | Media | Video | Road Bike Freestyle 2 by Vittorio Brumotti

Road Bike Freestyle 2 by Vittorio Brumotti

Sequel del celebre Road Bike Freestyle, questo secondo episodio vede Vittorio 100% Brumotti unire le forze con il Team Tinkoff-Saxo durante il training camp a Gran Canaria e il Tour of California, utilizzando bici e abbigliamento ufficiali della squadra. Il video si conclude con un cameo girato a Livigno.

Prima delle riprese, Brumotti ha avuto accesso esclusivo ai corridori della Tinkoff Saxo al training camp di Gran Canaria. Il filmato inizia con Brumotti al fianco di Contador, Sagan ed il loro compagno di squadra Ivan Basso in riscaldamento sui rulli alla Tirreno-Adriatico, prima di eseguire acrobazie mozzafiato nella splendida cornice delle Alpi.

Proprio come Sagan e la Tinkoff Saxo, decollati per l’America alla volta del Tour of California, così ha fatto Brumotti, pedalando per le colline e le strade di San Francisco e tra gli alberi del Parco Nazionale di Sequoia.

”Mi sono allenato con loro in diverse situazioni in tutto il mondo. Sono dei mostri…”, ha detto Brumotti sugli allenamenti con Tinkoff Saxo.

Ha anche detto di Sagan: “C’è stata un’intesa immediata perché ama giocare. Lui è molto bravo nel freestyle e quando si alza sui pedali diventa come un bambino che vuole divertirsi!”.

Errori
Anche se non c’è stata una sola foratura, le esibizioni hanno richiesto il loro dazio a Brumotti con diversi incidenti, producendo tra l’altro due dita rotte tra i vari “danni”.

L’ispirazione per il video
Questo è il secondo filmato della serie Road Bike Freestyle, con il primo che ha raggiunto rapidamente quasi 1 milione di visualizzazioni. In un’intervista per la realizzazione del video, Brumotti ha reso omaggio alla leggenda del Bike Trial, Martyn Ashton, e la sua serie di filmati Road Bike Party.

Brumotti ha detto: “La mia ispirazione è Martyn Ashton, che sarà sempre il mio eroe per ciò che ha creato con la bici da corsa. Io sarò sempre il suo fan più accanito, quasi come uno stalker! L’ho studiato a lungo per essere in grado di condividere questo progetto con lui. È una continua fonte di ispirazione per me nonostante l’incidente che, ovviamente, non lo ha fermato”.


Articolo a cura di Roberto Chiappa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*