Home | Tecnica | News tecnica | Product news: Continental, Crankbrothers, Kask

Product news: Continental, Crankbrothers, Kask

Gli pneumatici Continental sono utilizzati da 7 squadre professionistiche World Tour e, con Vincenzo Nibali, hanno appena vinto la Milano-Sanremo. Per chi vuole pedalare offroad senza preoccuparsi del fango, Crankbrothers consiglia il pedale Candy. Il casco KASK Valegro vince l’iF Design Award 2018.


Continental tires

[Comunicato Stampa] – Continental, la scelta dei professionisti
Sette squadre World Tour hanno scelto le coperture Continental per la stagione 2018. Il mondo dei professionisti è sempre più esigente, le gare (anche quelle di tre settimane) si vincono o si perdono per pochi secondi, ecco quindi come la gomma giusta sia un fattore cruciale per il successo.

Per questo motivo Team Sky, Movistar Team, Team Katusha Alpecin, Groupama-FDJ, Team Dimension Data, Team Bahrain-Merida e AG2R La Mondiale utilizzano tubolari e copertoni del marchio tedesco. Una presenza vicina al 50% del gruppo non è certamente un caso, ma la conferma della qualità del prodotto. I professionisti in gara utilizzano i tubolari e durante l’anno scelgono diversi modelli in base al percorso e alle condizioni climatiche. Si passa dalle coperture più larghe e rinforzate per le classiche del pavé, a tubolari super scorrevoli e leggeri per le gare a cronometro o a battistrada più lavorati per quando la pioggia accompagna il gruppo già dalla partenza. Esigenze dunque molto chiare alle quali la casa tedesca ha risposto con una gamma ampia di possibilità, modelli specifici o all rounder con alla base però lo stesso principio: assoluta affidabilità perché non c’è cosa peggiore di doversi fermare per colpa di una foratura, sia che si stia lottando per la maglia gialla o si stia pedalando la domenica mattina.

La chiave di queste performance sta nella tecnologia usata da Continental, un’azienda che ha oltre un secolo di storia e continua a produrre in Germania utilizzando le mescole più all’avanguardia, una su tutte il “Black Chili Compound”.

Il consiglio dei professionisti, nonché dei loro meccanici, per una guida più sicura e performante è poi quello di trovare la pressione di gonfiaggio ideale per il proprio peso e stile di guida. Mentre per ridurre al minimo il rischio di forature, oltre a scegliere un prodotto di qualità e adatto al tipo di utilizzo, è importante sostituire il pneumatico quando ha chiari segni di usura, soprattutto dopo un inverno dove si è probabilmente pedalato su strade segnate dalle intemperie.

Testo e foto: © Continental tires (Ufficio Stampa)


Crankbrothers

[Comunicato Stampa] – Candy, il pedale amico del fango
Il pedale Candy di Crankbrothers è da anni un must have per chi pedala fuoristrada, grazie al sistema di aggancio a quattro facce che permette un ingaggio della tacchetta rapido ed immediato. La piattaforma esterna inoltre aumenta la superficie di contatto con la suola della scarpa senza precludere l’altra caratteristica chiave del pedale: la capacità di non trattenere fango o sporco e quindi di essere efficace in ogni condizione ambientale e il peso contenuto.

Quest’anno i Candy sono stati migliorati, lavorando sulla forma del corpo del pedale per seguire il trend che vuole le suole delle scarpe sempre più larghe, è stato migliorato anche il grip con la suola inserendo degli inserti diamantati e i traction pad sostituibili per adattare l’altezza del pedale alle necessità del biker.

Il cuore del pedale è invece rimasto lo stesso, con cuscinetti e boccole di qualità che permettono a Crankbrothers di offrire 5 anni di garanzia. Tutti i pedali sono forniti di tacchette, queste prevedono uno sgancio con rotazione del piede di 15 o 20 gradi, grazie al disegno asimmetrico.

Il pedale Candy è disponibile in 5 livelli e 14 opzioni colore, partendo dal top di gamma livello 11 chiudendo con il modello 1. Le soluzioni tecniche sono diverse così come i pesi e i prezzi. La sua versatilità lo rende il compagno ideale per qualunque uscita in MTB, dalla gara di cross country più aggressiva alla giornata di enduro più esigente.

Testo e foto: © Crankbrothers (Ufficio Stampa)


KASK

Il casco Valegro, realizzato dalla italianissima KASK, si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento mondiale iF Design Award 2018 per la categoria “Sports/Outdoor/Bicycles”, superando la concorrenza di altri 71 prodotti. La giuria di 63 membri ha riconosciuto al Valegro qualità indiscutibili in fatto di design e funzionalità.

La calotta in policarbonato del Valegro presenta un profilo realizzato dopo numerosi test nella galleria del vento, al fine di realizzare il miglior risultato in termini di performance, aerodinamica e ventilazione. Il Valegro offre grande termoregolazione grazie alle sue 37 prese d’aria e, con un peso di soli 180 grammi (misura S), risulta tra i caschi più leggeri in assoluto.

La speciale imbottitura in tessuto Resistex Carbon, termoformato con uno spessore di 5 mm, è antistatica, batteriostatica, termoregolante e favorisce l’evaporazione dell’umidità e del sudore. I cinghietti in pelle ecologica contribuiscono al comfort di calzata, anche per moltissime ore.

”KASK cerca sempre di migliorare i propri prodotti in termini di performance, grazie a una costante innovazione” – afferma Luca Viano, Direttore di Produzione KASK – ”Il disegno finale del Valegro è il risultato di un duro lavoro mirato a perfezionare leggerezza, sicurezza e ventilazione de casco, e siamo onorati di ricevere questo premio quale riconoscimento dei nostri sforzi. Un surriscaldamento del cranio porta a un peggioramento delle performance, così abbiamo concepito il Valegro, che contribuisce alla termoregolazione corporea quando le temperature aumentano sensibilmente.”

Foto: © KASK (Ufficio Stampa)


Articolo a cura di Roberto Chiappa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*