Home | Varie | PedaLatium, Cassino mette il fattore sicurezza al primo posto

PedaLatium, Cassino mette il fattore sicurezza al primo posto

La Granfondo città di Cassino del 1 luglio, con i suoi splendidi percorsi calati in un territorio dal fascino unico, dedica grande attenzione alla sicurezza, allestendo forze di Primo Soccorso degne di un Mondiale. Diramate le classifiche del circuito dopo la terza prova. Foto in gara by PICA Technology. Comunicato Stampa.


Il fattore sicurezza nella GF Cassino: punto di Primo Soccorso
da 10 e lode
Pronte le classifiche Pedalatium dopo la terza prova

Tutto quello che c’è da sapere su PICA Technology per le foto di gara

Il countdown è partito. Si contano i giorni per vivere finalmente la quarta e ultima tappa del Circuito Pedalatium che cala l’asso di Cassino e chiude in grande stile con una manifestazione che si preannuncia come appassionante e ricca di appuntamenti.

Ma entriamo subito nel merito della gara di domenica 1 luglio, dove protagonisti indiscussi saranno: un territorio caratterizzato da una natura incontaminata e da borghi antichi carichi di storia, strade libere e in ottimo stato, tre percorsi con pendenze impegnative come la dura Salita di Terelle che sfiora il 20% e un punto di primo soccorso attrezzatissimo e totalmente dedicato alla kermesse cassinate.


Una veduta di San Vittore del Lazio

Tre i percorsi pronti per essere scalati e conquistati: Il Cicloturistico di 41 km e 500 mt di dislivello e una sola salita che metterà alla prova, quella per San Vittore Del Lazio, mentre il territorio che accoglierà i partecipanti sarà come sempre caldo e festoso e si pedalerà attraverso Cassino, San Vittore Del Lazio, Cervaro, Sant’Elia Fiumerapido. Un Medio Fondo di 106,5 km di lunghezza e 1.900 mt di dislivello con la splendida salita che conduce al borgo montano di Viticuso, mentre la sfilata dell’esercito pacifico passerà attraverso i seguenti comuni: Sant’Angelo in Theodice, San Vittore del Lazio, Cervaro, Viticuso, Acquafondata, Vallerotonda, Cardito, San Biagio Saracinisco, Villalatina, Atina, Belmonte Castello, S. Elia Fiume Rapido.


Il borgo di Viticuso

E infine la regina della domenica, la Gran Fondo, che con i suoi 117,3 km e un dislivello di 2.300 mt, rappresenta il culmine agonistico della gara, con le sue salite di giornata: la Salita di Viticuso e la Salita Terelle. I paesi che vedranno passare il treno colorato dei ciclisti saranno: Sant’Angelo in Theodice, San Vittore del Lazio, Cervaro, Viticuso, Acquafondata, Vallerotonda, Cardito, San Biagio Saracinisco, Picinisco, Atina, Belmonte Castello, Terelle, Caira.

Codice della strada sempre in primis e massima attenzione per le diverse curve tecniche che richiedono grande concentrazione e una sempre notevole dose di prudenza. A premiare gli sforzi di pendenze perfette per muscoli allenati c’è un paesaggio che incanta e ben 20 km finali di discesa che portano dritti dritti all’arrivo, situato nel punto della partenza, ovvero in Corso della Repubblica, nel cuore di Cassino.

Ma la Gran fondo di Cassino non vanta solo scenari mozzafiato. La grande attenzione per il fattore sicurezza non è fatta di belle parole e a sottolineare quanto a cuore stia il benessere dei partecipanti è proprio il patron della manifestazione, il dottor Carmelo Geremia Palombo che con il PUNTO DI PRIMO SOCCORSO conferma ancora una volta la concreta solidità organizzativa della quarta perla del circuito.


Alcuni componenti della Misericordia di Roccasecca

L’efficiente struttura è operativa all’interno del Villaggio Gran fondo per entrambe le giornate della manifestazione ed è gestita egregiamente da personale medico specializzato e dai volontari dell’Organizzazione no profit Misericordia di Roccasecca, che quest’anno compie ben 25 anni di solidarietà. L’applauso sincero va a queste straordinarie persone, sempre pronte a tendere una mano e a prestare il proprio aiuto con generosità e professionalità.

Le classifiche complete e aggiornate dopo la terza prova di Fiuggi sono finalmente on line sia sul sito sia sulla pagina ufficiale Facebook del circuito.

Un altro appuntamento va segnato nel calendario, ovvero le ricche premiazioni del Circuito Pedalatium, che si terranno a Roma sabato 13 ottobre, in occasione della Granfondo Campagnolo Roma di domenica 14 ottobre.

Tutto quello che c’è da sapere su PICA Technology per le foto di gara
Si ricorda che, scaricando l’app “Pica” dal cellulare o andando sul sito www.getpica.com, è possibile trovare tutte le foto della gara, digitando il codice Pica che si trova sul frontalino, sotto il QR code presente. E’ quindi fondamentale posizionare il frontalino in modo corretto, affinché il codice PICA e il numero di partecipazione siano riconoscibili automaticamente dal software.

Per informazioni: www.pedalatium.com.
Per le classifiche complete e le iscrizioni on line: www.kronoservice.com.

Le prove del Circuito PedaLatium
• CRONOMILLENNIO – 18 febbraio 2018
• GF CITTA’ di FARA in SABINA – 25 marzo 2018
• GF CITTA’ di FIUGGI – 10 giugno 2018
• GF DI CASSINO – 1 luglio 2018


– Sito web PedaLatium


Impaginazione e grafica: Roberto Chiappa

Testo e foto: © Steelcomunicare (Ufficio Stampa PedaLatium)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*