Home | Varie | La GF città di Cassino è l’asso di fiori del poker PedaLatium

La GF città di Cassino è l’asso di fiori del poker PedaLatium

Il circuito laziale ha chiuso la partita 2018 in occasione della Granfondo città di Cassino del 1 luglio, altra carta vincente nel mazzo PedaLatium. Ottima organizzazione e percorsi gratificanti, inseriti in un contesto paesaggistico di rara bellezza, hanno soddisfatto tutti. Comunicato Stampa.


Pedalatium 2018: la Granfondo città di Cassino chiude il poker vincente del circuito laziale

Ultima delle quattro prove Pedalatium 2018, la Granfondo città di Cassino ha messo sul banco un’organizzazione impeccabile, un livello di sicurezza e di servizi in gara degno di una prova nazionale, un territorio dal fascino unico, due percorsi impegnativi e soddisfacenti per tutti. Ora il circuito Pedalatium guarda alle premiazioni del 13 ottobre a Roma.

Giungono al termine le fatiche dei partecipanti al circuito Pedalatium 2018, che domenica 1 luglio hanno incrociato per la quarta volta pedivelle e pieghe manubrio, sfidandosi sui due percorsi – affiancati dal più breve cicloturistico, privo di classifica – della Granfondo città di Cassino (FR), splendidamente organizzata dall’ASD A.CI.LA.M. – presieduta dal Dott. Carmelo Geremia Palombo, vicesindaco di Cassino – in un contesto paesaggistico assolutamente unico.

Le sinergie istituzionali attuate hanno permesso di allestire livelli di servizio degni di una prova nazionale. Sicurezza stradale, con presidi nei punti nevralgici e personale medico della Misericordia di Roccasecca, C.I.S.(CENTRO ITALIA SOCCORSI) di Cassino e la Croce Rossa di Piedimonte San Germano indicazioni direzionali molto precise (utili anche le segnalazioni delle provvidenziali fontanelle d’acqua sul percorso), cinque ristori sul tracciato lungo (116 km con 2.138 mdsl rilevati) e quattro sul medio (106 km con 1.900 mdsl), ristoro finale al traguardo e pranzo completo preparato e curato dalla associazione Piazza Nova capitanata dal presidente Rosato Mazzolena nel Villaggio Granfondo allestito nel Parco Baden Powell di Via Verdi.

Suggestiva la partenza e l’arrivo della gara nel centralissimo Corso della Repubblica. Speaker della manifestazione il coinvolgente, inesauribile Daniel Guidi, uno dei migliori “anchormen” del mondo sportivo, in grado di ravvivare e suscitare interesse per qualsiasi evento.

La kermesse cassinese è iniziata sabato 30 giugno alle ore 13 con la cronoscalata a Montecassino. Nel pomeriggio, presso il Villaggio Granfondo, si sono tenute iniziative dedicate ai bimbi, con una ciclo-gimkana e un interessante seminario di educazione stradale.

Servizio foto della gara curato dai fotografi di www.getpica.com con un sistema di riconoscimento del “QR code” presente sul numero frontale di gara. Per vedere le proprie foto, è sufficiente andare sul sito Getpica o scaricare l’app “Pica” ed effettuare la ricerca con il codice scritto sul frontalino.

Il fascino di un territorio senza pari
La forte connotazione territoriale di questa gara traspare in tutta la sua bellezza quando si attraversano antichi borghi come Viticuso, Acquafondata, San Biagio Saracinisco, Belmonte Castello, o piccoli agglomerati urbani come Picinisco, Villa Latina e Terelle. I suggestivi panorami sulla bassa Valle del Liri offerti dalla salita ai 1.100 metri del GPM di Passo Viticuso si fondono con gli inebrianti profumi della vegetazione locale e con la vista delle pareti calcaree del Monte Maio. Boschi di querce secolari contornano le discese verso Vallerotonda, paradiso dei mountain biker, e la temibile salita a Terelle, che domina l’intera Valle del Liri dal versante del Monte Cairo, opposto a quello del Monte Maio. Suggestivo il periplo del Lago di Cardito, in verità un po’ in secca in questo periodo.

Due percorsi, quelli della Granfondo città di Cassino, che differiscono solo per l’ultima salita verso Terelle, fatica spettante esclusivamente agli atleti del tracciato più lungo. Salite moderatamente impegnative, discese molto veloci e divertenti, su fondo stradale mediamente buono e con cartelli segnaletici indicanti l’eventuale dissesto.

Alla fine i circa 600 partenti qui a Cassino erano tutti soddisfatti, anche per le ricche premiazioni delle varie categorie. Per la cronaca, il tracciato lungo è stato appannaggio di Roberto Cesaro (Team Falasca Zama Greco) e Loretta Giudici (ASD Roccasecca Bike), mentre nel percorso medio si sono imposti Stefano Borgese (ASD Centro Fai da Te Cycling Team) e Valentina Pezzano (ASD Effetto Ciclismo Fiano Romano).

Un grazie corale alle amministrazioni locali unite per un comune intento, alla Confraternita di Misericordia di Roccasecca, ai preziosi addetti alla sicurezza, alle forze dell’ordine, agli sponsor e a tutti i partecipanti che hanno trasformato domenica 1 luglio in una splendida giornata di festa.

Le classifiche complete della gara sono disponibili al link https://kronoservice.com/it/schedaclassifica.php?idgara=2325

Per le classifiche del circuito Pedalatium 2018, il link è https://www.pedalatium.com/classifiche-circuito

Tutto quello che c’è da sapere su PICA Technology per le foto di gara
Si ricorda che, scaricando l’app “Pica” dal cellulare o andando sul sito www.getpica.com, è possibile trovare tutte le foto della gara, digitando il codice Pica che si trova sul frontalino, sotto il QR code presente. E’ quindi fondamentale posizionare il frontalino in modo corretto, affinché il codice PICA e il numero di partecipazione siano riconoscibili automaticamente dal software.

Per informazioni: www.pedalatium.com.
Per le classifiche complete e le iscrizioni on line: www.kronoservice.com.

Le prove del Circuito PedaLatium
• CRONOMILLENNIO – 18 febbraio 2018
• GF CITTA’ di FARA in SABINA – 25 marzo 2018
• GF CITTA’ di FIUGGI – 10 giugno 2018
• GF DI CASSINO – 1 luglio 2018


– Sito web PedaLatium


Impaginazione e grafica: Roberto Chiappa

Testo e foto: © Steelcomunicare (Ufficio Stampa PedaLatium)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*