Home | I nostri Test | Abbigliamento | B’TWIN kit abbigliamento invernale 900

B’TWIN kit abbigliamento invernale 900

Test stagionale per il completo B’TWIN composto da maglia intima AeroFit 920, salopette 900 e giacca termica 900, trittico che ha messo in mostra buonissime qualità in termini di isolamento termico, protezione, vestibilità e comfort, ai quali si unisce l’allettante livello dei prezzi Decathlon.


Nel catalogo abbigliamento B’TWIN dedicato al ciclismo, la serie 900 si colloca appena dietro al top di gamma AeroFit Team, da cui differisce per alcuni dettagli condividendone però i materiali di base. Per l’arrivo della stagione invernale, B’TWIN ha messo a nostra disposizione un completo 900 costituito da salopette, giacca e maglia intima, quest’ultima in versione AeroFit 920.

Rivolti alla pratica del ciclismo intenso, sia su strada sia off-road, abbiamo provato questi tre capi di abbigliamento per l’intero mese di dicembre, nel corso di uscite medio-lunghe in bici da corsa, su distanze di circa 130 km, tempo asciutto e temperature comprese tra 0°C e +6°C.

Maglia intima invernale B’TWIN AeroFit 920
Nel catalogo B’TWIN figura al vertice per quanto concerne l’intimo invernale indirizzato ai ciclisti. Realizzata in Poliammide 97% ed Elastan 3%, la maglia intima AeroFit 920 presenta una membrana anteriore antivento in polipropilene. Indossata, questa maglia risulta aderire perfettamente al corpo senza evidenziare costrizioni o scomodità di sorta. Un colletto rialzato protegge parzialmente il collo aderendo morbidamente ad esso. Assenza di cerniere o di cuciture fastidiose rendono questo capo estremamente comodo, la lunghezza delle maniche è adeguata alla taglia (abbiamo provato una “M”). La vestibilità è “slim” ma l’ottima elasticità consente anche di indossarlo in taglie non generose senza avvertire sensazioni di costrizione.

Microfori sulle zone del dorso, avambracci e ascelle favoriscono una buona traspirazione del sudore, mantenendo il capo abbastanza asciutto. Sulla parte anteriore del busto il capo è fornito di una membrana antivento che si è fatta apprezzare soprattutto durante le discese, durante le quali non si è mai avvertita una sensazione di freddo sul busto anteriore, che ovviamente resta la parte più esposta al vento e al freddo.

Per scrupolo abbiamo testato questo capo con due giacche invernali diverse, una più pesante e l’altra più leggera, mettendola a dura prova con la giacca più leggera nei giorni più freddi, con temperature prossime a 0°C, e questo capo ha fornito in entrambi i casi una adeguata protezione da vento e freddo e contemporaneamente si è rivelato ottimo per evitare eccessive sudorazioni nel momenti meno rigidi della giornata.

Le indicazioni di lavaggio consigliano lo standard per capi tecnici da ciclismo: lavabile in lavatrice fino a 30°C senza ammorbidente e con programma per capi sintetici.

Nel complesso questo maglia intima – proposta in cinque taglie (dalla S alla XXL) nell’unica colorazione raffigurata in foto – ci ha favorevolmente colpito per le sue prestazioni, dimostrandosi pienamente funzionale al compito cui è destinata. Il prezzo di listino della maglia intima B’TWIN AeroFit 920 è di 36.99 euro.

Tech-Cycling_product_rating

Graduatoria
Ogni prodotto sottoposto al nostro test riceve un giudizio sui vari aspetti funzionali oggettivamente determinabili. Estetica e prezzo non vengono considerati, in quanto ritenuti parametri frutto di valutazioni strettamente soggettive.
Questa la nostra scala dei valori.

Identikit
In ordine alfabetico le principali caratteristiche, con la nostra valutazione scaturita dalla prova.

• Adattabilità morfologica
• Comfort
• Elasticità e morbidezza tessuto
• Finiture
• Isolamento termico
• Traspirabilità
• Vestibilità







Salopette invernale B’TWIN 900
E’ realizzata in tessuto Super Roubaix (85% Poliammide, 15% Elastan) con interno in pile e membrana idrorepellente in poliestere sulle cosce. Come per la maglia intima di cui sopra, anche per questa salopette abbiamo condotto il test nel mese di dicembre, con uscite medio-lunghe in bici da corsa, di circa 130 km, tempo asciutto e temperature tra 0°C e +6°C.

Appena indossata e un minimo adattata al corpo la salopette aderisce perfettamente agli arti inferiori senza creare pieghe strane o scivolamenti del capo lungo le gambe. Due cerniere laterali nella zona inferiore delle gambe consentono di indossare agevolmente la salopette e una volta richiuse non creano alcun fastidio. La buona elasticità sia a livello di gambe che di bretelle e le misure leggermente abbondanti consentono di optare anche per taglie leggermente scarse rispetto a quelle abitualmente indossate, scelta che ci sentiamo di consigliare anche per via della lunghezza delle gambe abbastanza generosa, tanto da soddisfare anche lunghezze di taglia superiore.

Trattiamo innanzitutto l’argomento del fondello, parte fondamentale di una salopette. Dopo oltre 4 ore di bici non abbiamo avvertito alcuna sensazione di scomodità o fastidio. Ergonomico, realizzato a spessori variabili con inserti in gel, con cuciture piatte e parte centrale tra le imbottiture dotata di piccoli fori di aerazione, il fondello ha fornito traspirabilità e comodità più che buone.

Veniamo ora alla parte delle gambe. Costituite da diverse sezioni unite da cuciture piatte, sono internamente rivestite in pile e forniscono morbidezza e calore piacevoli agli arti inferiori senza peraltro generare fastidiose sudorazioni. Una volta indossate e adattate alla gamba restano in posizione senza scivolamenti anche dopo ore di pedalata e dopo pochi colpi di pedale ci si dimentica di aver indossato questa salopette. Se si sceglie una taglia inferiore alla consueta si potrebbe avere, appena indossato il capo, una falsa sensazione di costrizione a livello quadricipiti, tuttavia pochi colpi di pedale dissipano ogni dubbio e la salopette diventa una calda e comoda protezione degli arti inferiori. Inserti rifrangenti sulla zona glutei, quadricipiti laterali e polpacci garantiscono buona visibilità passiva, a testimonianza dell’attenzione posta alla sicurezza del ciclista.

Per quanto riguarda la parte superiore, le bretelle sono sufficientemente elastiche e larghe e non danno mai fastidio. L’elastica trama a rete della zona anteriore conferisce sempre la giusta tensione in qualsiasi posizione di guida. Posteriormente le bretelle sono unite da una rete fino a livello spalle, caratteristica questa che favorisce la traspirabilità a livello dorsale.

Nel complesso i test ci hanno fornito sensazioni positive in termini di protezione termica, vestibilità e comodità. La salopette 900 è un capo invernale forse non leggerissimo, con i suoi 325 grammi da noi rilevati in taglia M, ma a nostro avviso in inverno le grammomanie sono da evitare, a favore di caratteristiche più importanti come comodità e protezione termica, e in questo la salopette B’TWIN 900 si è dimostrata all’altezza rivelandosi un indumento tecnico adeguato per uscite di allenamento invernali anche oltre le 4 ore.

Lavabile in lavatrice a 30 °C, la salopette B’TWIN 900 è proposta in cinque misure (dalla S alla XXL), nella sola colorazione nera, raffigurata in foto. Il prezzo di listino è di 69.99 euro.

Identikit
In ordine alfabetico le principali caratteristiche, con la nostra valutazione scaturita dalla prova.

• Adattabilità morfologica
• Comfort
• Elasticità e morbidezza tessuto
• Finiture
• Isolamento termico
• Qualità del fondello
• Resistenza allo sfregamento
• Traspirabilità
• Vestibilità









Giacca invernale B’TWIN 900
Il mese di dicembre ha portato il freddo vero, almeno nelle zone del Nord Italia in cui siamo soliti pedalare, e anche l’occasione per testare la giacca invernale B’TWIN 900. L’abbiamo utilizzata per tutto il mese di dicembre su uscite medio lunghe in bici da corsa, intorno ai 130 km, con tempo asciutto e temperature tra 0 e +6°C. Il capo testato è in colorazione giallo lime fluo, taglia M. Prima di fornirvi le nostre valutazioni “on the road” vogliamo darvi qualche indicazione su alcune particolarità costruttive della giacca.

Realizzata con tessuto antivento (88% Poliestere, 12% Elastan), la giacca ha il colletto rialzato che fornisce una corretta protezione dall’aria e dal freddo, e a corredo c’è anche uno scaldacollo in pile amovibile, fissato internamente alla giacca tramite due bottoni, che completa in modo perfetto la protezione del collo dai rigori invernali.

Due prese d’aria sui fianchi, appena sotto le ascelle, con apertura che può essere regolata tramite cerniera, aiutano l’aerazione. Le aperture per l’aerazione risultano un dettaglio molto utile quando in inverno si affrontano salite o anche quando la temperatura rigida del mattino si addolcisce di qualche grado durante la giornata.


La casa francese nel pensare a questo capo non ha certo lesinato sulle tasche. Alle tre ampie tasche posteriori tenute ben serrate dal classico elastico si aggiunge un taschino impermeabile chiuso da cerniera, sovrapposto alla tasca posteriore centrale, e un’altra piccola tasca sempre chiusa da cerniera sul petto, lato sinistro della giacca. La tasca posteriore sinistra è dotata di un’asola interna alla quale fissare una mini-pompa. La tasca centrale presenta invece un occhiello che permette il passaggio del filo di un auricolare, consentendo quindi di contenerlo interamente all’interno della giacca. Ci raccomandiamo sempre di sfruttare questa opzione con giudizio, eventualmente con l’utilizzo di un solo auricolare, in modo da poter comunque sentire i rumori del traffico e dell’ambiente circostante, utili e necessari per poter pedalare in sicurezza.

Anche sulla visibilità passiva B’TWIN dimostra grande attenzione, con ampi inserti rifrangenti in corrispondenza di spalle, polsi e tasche posteriori, particolari utili nelle stagioni come quella invernale in cui al mattino e nella seconda parte del pomeriggio, specie durante le giornate nuvolose, la visibilità potrebbe non essere ideale.

Polsini e banda in vita elastici permettono una buona aderenza della giacca al corpo evitando infiltrazioni d’aria, e a fondo busto una fascia interna in silicone evita al capo di scivolare e di spostarsi sulla salopette mantenendolo sempre ben aderente al corpo.

Le spalle vengono dichiarate leggermente impermeabilizzate in caso di utilizzo con pioggia leggera, cosa che però non abbiamo avuto modo di testare in quanto le condizioni meteo del periodo non ci hanno consentito uscite con tale fenomeno atmosferico.

Abbiamo effettuato il test con abbigliamenti intimi differenti per essere certi che quanto sotto indossato non andasse a influenzare quanto riscontrato in termini di impressioni e giudizi sulla giacca B’TWIN 900. Le nostre impressioni sono risultate omogenee e pertinenti anche utilizzando diversi base layer intimi.

La giacca, pur non leggerissima (585 grammi rilevati in taglia M), una volta indossata non trasmette mai sensazioni sgradevoli di pesantezza. Le misure sono leggermente abbondanti per cui se siete a cavallo tra due misure il consiglio è di optare, come nel nostro caso, per una taglia inferiore, anche perché la giacca è assolutamente utilizzabile con la sola maglia termica indossata sotto di essa. Con questo accorgimento avrete un capo aderente al corpo il modo perfetto senza peraltro avvertire scomodità e costrizioni su spalle, fianchi e ascelle.

In ogni posizione di guida della bici da corsa, presa bassa, presa alta (sia con mani su copricomandi che sulla parte orizzontale del manubrio), la giacca resta sempre ben aderente al corpo, senza rigonfiamenti o svolazzi, e al contempo non risulta mai scomoda, evidenziando un taglio del capo comunque buono per ogni posizione.

Questa giacca si fa particolarmente apprezzare nelle ore più fredde della giornata, quelle del primo mattino. Risulta fin da subito chiaro che è un capo concepito per un utilizzo durante la stagione invernale più fredda. Con le prese d’aria chiuse e lo scaldacollo a corredo, pur indossata sopra la sola maglia intima invernale, garantisce una protezione termica ottimale di busto, collo e braccia, sia durante i momenti di sforzo fisico che nelle pause. Nelle ore centrali della giornata, quando magari qualche grado in più rende meno rigido il clima, si può sempre decidere di aprire totalmente o parzialmente le cerniere d’areazione, ma a nostro parere fino a temperature di 6 o 7 gradi non è un accorgimento necessario.

Il tessuto di cui è composta la giacca 900 e il peso complessivo non fanno della traspirazione il punto di forza, per cui la tendenza è un leggero accumulo di sudore durante la pedalata in salita, soprattutto su quelle medio-lunghe, cosa peraltro quasi inevitabile quando si affrontano percorsi di questo tipo con capi invernali, a meno che essi siano costruiti con materiali tecnici eccezionali. Tuttavia aprendo totalmente le cerniere per l’aerazione è possibile in parte ovviare a questo problema che peraltro è risultato non eccessivamente marcato e penalizzante.

Per contro nelle discese il materiale antivento con cui è costruita consente di mantenere una buona temperatura corporea, senza avvertire sgradevoli e pericolose sensazioni di raffreddamento.

Le capienti tasche posteriori risultano adeguatamente chiuse dal classico elastico e possono contenere buone quantità di oggetti e rifornimenti alimentari. L’altezza a cui sono poste è corretta, estrarre e reinserire oggetti durante la pedalata non risulta mai difficoltoso. Il taschino anteriore sul petto è piccolo ma sufficiente per contenere un borsellino, spiccioli vari, o anche delle chiavi. Il taschino posteriore impermeabile, chiuso da una cerniera, è invece a nostro avviso un po’ troppo piccolo; sarebbe ideale per contenere il classico smartphone vista la caratteristica di impermeabilità, ma le dimensioni ridotte ne rendono difficoltoso questo utilizzo per i device di dimensioni più grandi. A nostro avviso questa tasca, essendo posta sopra la tasca posteriore centrale, e quindi non a diretto contatto con il corpo, poteva essere realizzata in dimensioni più generose, un centimetro in più in larghezza e in altezza avrebbero consentito di inserire agevolmente anche i dispositivi mobili più grandi, tuttavia anche così resta comunque un accessorio comodo e utile.

Nel complesso la giacca B’TWIN 900 è un capo che risulta comodo, ben tagliato, con materiali buoni seppur non eccessivamente tecnici, ricca di dettagli utili. Una buona scelta per allenamenti invernali nei mesi più rigidi. Durante la stagione autunnale e sul finire dell’inverno potrebbe invece risultare un capo eccessivamente protettivo, facendo preferire giacche più leggere.

La giacca B’TWIN 900 è lavabile in lavatrice fino a 30°C e viene proposta in sei misure (dalla S a 3XL), nelle colorazioni giallo lime fluo, nero-bianco e nero-blu ciano, con un prezzo di listino di 69.99 euro che risulta decisamente interessante se rapportato alla qualità complessiva.

Identikit
In ordine alfabetico le principali caratteristiche, con la nostra valutazione scaturita dalla prova.

• Adattabilità morfologica
• Comfort
• Elasticità e morbidezza tessuto
• Finiture
• Isolamento termico
• Resistenza allo sfregamento
• Traspirabilità
• Vestibilità








B’TWIN è un marchio distribuito da Decathlon


Articolo a cura di Paolo Zanotta

Foto: © Sergio Doria (Tech-Cycling)

2 commenti

  1. Salve complimenti per la recensione esaustiva dei capi del Deca AeroFit.
    Sulla busta della maglia termica ho letto “made in Italy” , sarebbe interessante capire chi le produce.
    saluti

    • Roberto Chiappa

      Ciao Andrea,
      B’TWIN si affida a vari terzisti per la produzione del suo abbigliamento, senza dichiarare di chi si tratta.
      Solitamente sono ditte manifatturiere che producono anche per brand molto conosciuti, per cui la tecnologia realizzativa è di alto livello, o almeno pari a quella di tanti altri concorrenti.
      Ovviamente i tessuti, il taglio, le tinte sono scelti da B’TWIN, ed è lì la differenza con i competitor (a volte la differenza non c’è oppure si tratta veramente di poca cosa, e non sempre a sfavore di B’TWIN).
      Decathlon offre comunque un ottimo servizio vendita e post-vendita dell’abbigliamento, perchè oltre a poterlo provare nei camerini, prima dell’acquisto, è possibile restituirlo entro un termine piuttosto lungo (se non ricordo male 30 giorni, ma i possessori di Carta Fedeltà Decathlon hanno tempo addirittura 1 anno) ed essere integralmente rimborsati con un buono acquisto di pari valore.
      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*