Home | I nostri Test | Ciclocomputer e GPS | Bryton Rider 310

Bryton Rider 310

Long test e approfondita analisi tecnica per questo ciclocomputer GPS, non cartografico, che dispone di ben 70 funzioni. Ideale per il training di alto livello, si interfaccia con tutti i sensori ANT+ (Bluetooth Smart per connessione smartphone). Intuitivo nell’utilizzo, con qualche ulteriore piccola miglioria firmware diventerebbe fenomenale.


Il Bryton Rider 310 è un GPS che offre tutte le principali funzioni necessarie per tracciare i percorsi e gli allenamenti effettuati, con la possibilità di crearne di nuovi in base alle scelte proposte dallo strumento. Impermeabile IPX7, ha un peso rilevato di 53 grammi e un ingombro di 45x70x17 mm, con display antiriflesso LCD monocromatico retroilluminato da 1.8” e tre tasti per la gestione di tutte le funzioni. Dispone di start e stop automatici, auto-spegnimento dopo 10 minuti di inattività, riconoscimento automatico dei sensori (cardio, cadenza, velocità, potenza), menu in 15 lingue, dati personalizzabili su 7 schermate con un massimo di 8 dati per pagina, 7 zone di frequenza cardiaca, 7 zone di potenza, gestione di due diversi profili di biciclette con memorizzazione di 130 frazioni (lap) per ciascun profilo, memoria dati fino a 300 ore di registrazione, batteria con autonomia dichiarata di 36 ore (garantita per 500 cicli di ricarica), segnalazione delle telefonate entranti da smartphone e iphone, altimetro barometrico, rilevamento di temperatura, altitudine e pendenza, dislivello positivo e negativo, programmi di test e allenamento precaricati, allenamento a intervalli, gestione dei misuratori di potenza. I file vengono registrati in formato .FIT e possono essere trasferiti sul sito Brytonsport.com (con il quale si effettua anche la conversione in formato BDX, GPX e KML) e sulle piattaforme web più diffuse che gestiscono tale standard (upload diretto su Strava, Fit Track e Training Peaks, conversione in altri formati per Garmin Connect, Endomondo, Map My Ride, Golden Cheetah, Sport Tracker e altri ancora).

Bryton_Rider_310_pack
L’intero corredo del Bryton Rider 310T

Il Bryton Rider 310 viene proposto in quattro allestimenti: Rider 310E (privo di optional), Rider 310C (con sensore cadenza), Rider 310H (con fascia cardio) e Rider 310T (con entrambi). I prezzi di listino suggeriti sono 89.95 euro (versione 310E), 104.95 euro (310C), 124.95 euro (310H) e 149.95 euro (310T).

Bryton_Rider_310_buttons

Il tasto centrale arancione consente l’accensione del Rider 310. Non solo, perché nei vari menu serve per confermare le voci selezionate, e sul percorso avvia la registrazione oppure, a registrazione avviata, segna l’inizio di una frazione (lap o giro che dir si voglia).

Il tasto grigio a sinistra spegne il dispositivo (se premuto per più di 3”). Durante la registrazione, premuto una volta la mette in pausa, premuto una seconda volta la arresta. Nei vari menu, questo tasto serve per tornare alla funzione precedente o annullare l’operazione scelta.

Il tasto grigio a destra effettua lo “scroll down” delle pagine o delle singole voci di menu, oppure dei valori proposti in fase di set-up.

Premendo tutti e tre i tasti contemporaneamente per più di 3” si determina il Reset dello strumento.

Accendendo per la prima volta il Rider 310, viene automaticamente attivato il set-up per la configurazione di base, operazione semplicissima e intuitiva perché i parametri sono già preimpostati, per cui è sufficiente confermarli. Logicamente una configurazione più precisa dei profili e dei sensori da connettere richiede qualche passaggio in più, ma possiamo assicurarvi che tutte le funzioni sono presentate in modo molto razionale.

Bryton_Update_Tool

Bryton Update Tool
Effettuato il set-up, è consigliabile connettere il Rider al computer, mediante cavetto USB in dotazione, e agganciare l’applicazione Bryton Update Tool, con la quale si effettuano anche gli aggiornamenti periodici del firmware (Bryton consiglia di collegarsi all’applicazione ogni due settimane per verificare l’esistenza di aggiornamenti). Questa operazione potrebbe comportare la cancellazione dei percorsi registrati sul Rider, per cui suggeriamo di effettuare un back-up dei medesimi, qualora fossero ritenuti importanti. In realtà non tutti gli aggiornamenti vanno a cancellare i dati, ma non sapendolo preventivamente siamo dell’idea di non rischiare l’indesiderata cancellazione.

Le funzioni
Il Bryton Rider 310 si presenta con un menu composto da quattro voci principali: Ciclismo, Train & Test, Vis. Cronologia, Impostazioni.

Ciclismo visualizza i dati delle varie schermate utilizzate durante la registrazione del percorso. I dati vengono scelti dall’utente mediante le varie opzioni del sottomenu “Impostazioni”.

Train & Test consente di pianificare allenamenti semplici, interval training oppure allenamenti specifici (recupero e mantenimento aerobico, zone di frequenza cardiaca, Ci 30k per intervalli di prove a tempo, intervalli di resistenza anaerobica) e include anche il “Test Bryton” (MHR – massima frequenza cardiaca, LTHR – verifica della frequenza cardiaca alla soglia dell’acido lattico, FTP – potenza di soglia funzionale, MAP – massima potenza aerobica).

Bryton_Rider_310_menu

Vis. Cronologia mostra il riepilogo dei percorsi registrati, con i dati salienti (tempo impiegato, distanza, media oraria, velocità massima, frequenza cardiaca media e massima, cadenza media e massima). Manca la voce relativa al dislivello, che sarebbe utile verificare direttamente in questo riepilogo senza essere costretti a vederlo sul display dei dati correnti prima di spegnere il GPS, oppure a scaricare il tracciato sul proprio profilo Bryton o su Strava o altra piattaforma web per la gestione dei percorsi.

Bryton_Rider_310_set-up_1 Bryton_Rider_310_set-up_2

Impostazioni
Si tratta della voce più articolata del Rider 310. Composta da quattro sottomenu (Esercizi, Altitudine, Generale, Sensori, Profilo), consente un livello di set-up veramente professionale. Non è infatti soltanto una mera questione di sponsor e convenienza economica se gli atleti del team AG2R La Mondiale utilizzano il Bryton Rider 310 sia in allenamento sia in gara.

Con Esercizi si stabiliscono i dati che devono essere visualizzati durante l’utilizzo e la registrazione. La scelta avviene sulle 70 voci presenti, che possono esser disposte su 5 pagine principali (da 2 a 8 dati per pagina) e 2 pagine specifiche per i “lap” (o frazioni che dir si voglia). In questo sottomenu si può settare lo scroll automatico o manuale delle pagine, l’avviso acustico per limiti massimi oppure minimi (fc, rpm, velocità, distanza, tempo), la pausa intuitiva (in tal caso il GPS misura solo il tempo pedalato, al netto delle soste), la frazione intelligente (che può essere per luogo – con il GPS che memorizza le coordinate del punto di passaggio e registra automaticamente tutti i valori per ogni giro, funzione utilissima nelle gare a circuito – oppure per distanza, utile per segmentare automaticamente l’intero percorso), il set-up della distanza totale (qualora si voglia cambiare o valorizzare in base alle proprie esigenze), la modalità di registrazione (ossia ogni secondo, per maggiore precisione ma anche maggiore consumo della batteria del GPS, oppure “intelligente” per un migliore risparmio energetico).

Bryton_Rider_310_altitude

La voce Altitudine permette di inserire manualmente il valore di partenza di cinque punti diversi. Pur non essendo necessario settare il valore iniziale, poiché il Rider 310 è dotato di cellula barometrica per determinare l’altitudine in funzione della pressione atmosferica, è questa una operazione che consigliamo di effettuare a coloro che desiderano avere sempre un dato altimetrico di partenza assolutamente preciso. Nel corso della nostra prova abbiamo infatti notato che il barometro del Rider 310 è decisamente ballerino nello stabilire la quota altimetrica iniziale, forse perché risente eccessivamente delle variazioni di temperatura tra luogo di custodia (solitamente la casa o il garage) e ambiente esterno. Nessuno sbalzo invece per quanto riguarda il calcolo dell’altimetria complessiva dell’uscita, risultata sempre esatta o con margini di errore trascurabili.

Il sottomenu Generale consente di settare la retroilluminazione (Auto, Mai, 5”-15”-30”-1’-2’), il tono dei tasti (on/off), il suono (on/off), l’ora (unità, formato), la lingua, l’utilizzo del GPS (risparmio energia, piena potenza, off), il Bluetooth (on/off), l’auto scroll delle videate (on/off, o intervallo da 3” in su), il File Saving (“on” sovrascrive quando la memoria del Rider è piena), Promemoria Start (chiede di attivare la registrazione qualora l’utente si sia dimenticato), uso memoria, reset dati e altre informazioni circa la versione software e il numero di serie del Rider.

Bryton_Rider_310_sensor Bryton_Rider_310_profile

Con il sottomenu Sensori è possibile il riconoscimento da parte del Rider 310 dei vari device di tipo ANT+ come fascia cardio, sensore velocità, sensore cadenza o combinato velocità/cadenza, sensore potenza. Il Rider 310 si è dimostrato rapidissimo e molto preciso nell’individuare i sensori ai quali collegarsi, non solo quelli proprietari Bryton (in dotazione per la nostra prova avevamo fascia cardio e sensore cadenza) ma anche quelli di altre marche, purché operanti con protocollo ANT+, la cui banda di frequenza è pari a 2.4 GHz. Teniamo a precisare che l’unico protocollo di riconoscimento sensori è l’ANT+, il Rider non riconosce i sensori Bluetooth, protocollo utilizzato da questo GPS solo per interfacciarsi con smartphone e iPhone.

Profilo è il sottomenu con il quale si determinano i parametri personali (sesso, data di nascita, altezza, peso, FC max, LTHR, FTP, MAP), le caratteristiche di due biciclette diverse (origine velocità – sensore o segnale GPS – peso bici, diametro ruota in mm) e i dati di riepilogo di entrambe.

Bryton_heart_belt Bryton_cadence_sensor Bryton_cadence_sensor_magnet
Fascia cardio, sensore cadenza, magnete e fascette di fissaggio

La nostra prova
Sensori
Fascia cardio Bryton efficiente in ogni condizione, con una lunghezza notevole dell’elastico, dunque adatto anche ai toraci più nerboruti.

Sensore cadenza efficace, ma non facilissimo da fissare sul carro posteriore, occorre un po’ di ingegno per adattarlo alle diverse tipologie di foderi bassi (attenzione a montarlo nel verso giusto, con la scritta Bryton rivolta verso la ruota, quindi all’interno e non all’esterno del carro). Il magnete, da fissare alla pedivella con fascette da elettricista, potrebbe non adattarsi al meglio al “Fattore Q” di alcune guarniture o alla conformazione di quelle pedivelle che presentano uno svasamento interno. In questo caso è consigliabile inserire uno spessore tra pedivella e magnete.

Tra i vari optional, ma non fornito di serie, è previsto il sensore combinato velocità/cadenza, certamente più funzionale di due sensori separati.

La nostra prova è stata condotta con due diversi tipi di fasce cardio (la Bryton e quella di un’altra marca) senza alcun problema di trasmissione e ricezione dati. Abbiamo utilizzato il sensore cadenza Bryton e un sensore combinato velocità/cadenza di un altro brand, e per entrambi non abbiamo rilevato malfunzionamenti.

Il misuratore di potenza della nostra prova era uno Sram Quarq.

Bryton_Rider_310_backside Bryton_Rider_310_back_open Bryton_Rider_310_recharge
Il dorso del Rider 310, con la porta mini-USB, e la fase di ricarica

Batteria
Quasi quattro mesi di test, condotti in condizioni invernali, certamente le peggiori per l’efficienza della batteria, accumulatore che con il freddo non riesce a trasformare efficacemente l’energia chimica in energia elettrica. Ma il Bryton Rider 310 si è dimostrato ampiamente all’altezza. Sottoponendo infatti la batteria al massimo consumo possibile (basse temperature, tutti i sensori attivi, GPS in modalità “piena potenza”, funzione Bluetooth innescata e retroilluminazione) ha fatto segnare una durata di 30 ore, più che sufficiente anche per chi si volesse dedicare a gare di endurance e ultracycling, in MTB o bici da corsa. Con temperature più miti e una gestione più parca dei settaggi, si arriva tranquillamente a 40 ore senza essere costretti a effettuare una ricarica. Va comunque detto che un recente aggiornamento del software consente di alimentare il Rider anche durante il suo funzionamento, per cui è sufficiente dotarsi di un alimentatore a batteria o a energia fotovoltaica per risolvere eventuali cali del dispositivo. Per effettuare una ricarica completa del Rider occorrono poco meno di 3 ore. La batteria non è sostituibile, ma la sua vita è dichiarata in 500 cicli di ricarica completa. Il Rider può essere caricato direttamente dal PC o da un qualsiasi altro apparecchio elettronico che disponga di porta USB, con voltaggio in uscita 5V e amperaggio 1A. Voltaggi inferiori non danneggiano la batteria ma allungano i tempi necessari per la ricarica. Voltaggi superiori, invece, surriscaldano eccessivamente i polimeri di litio della batteria, accorciandone la vita. Opzione chiaramente sconsigliata.

Bryton_Rider_310_sledge

Hardware
La slitta di fissaggio del Rider, fornita di serie con due spessori di gomma e quattro anelli elastici, può essere adattata tanto al manubrio quanto allo stem. Tra gli optional, Bryton propone la staffa di fissaggio frontale al manubrio. Noi abbiamo provato il Rider anche su staffe Sram, perfettamente compatibili, e staffe Garmin o compatibili, che vanno adattate un pochino limandone i dentini di fissaggio interni.

Il Rider si è dimostrato perfettamente impermeabile e resistente agli urti e ai graffi. Per quanto riguarda l’utilizzo del Rider con i guanti invernali, non abbiamo mai avuto problemi, i tasti risultano facilmente azionabili in tutte le situazioni, con pioggia e, quando utilizzato in mountain bike, anche schizzi di fango.

Bryton_Rider_310_unit

Start & Go
L’accensione del Bryton, come abbiamo scritto precedentemente, avviene con il pulsante centrale arancione. Bryton dichiara un tempo di aggancio ai satelliti da parte del Rider compreso tra i 30” e i 60”, ma in tutte le nostre uscite abbiamo verificato che i tempi di rilevamento del segnale satellitare sono sempre molto rapidi, inferiori ai 10”. Ciò vale per gli spazi aperti (anche sentieri di alta montagna) o tra le pareti domestiche che abbiano una finestra, perché nelle gallerie, scantinati e sotterranei non c’è possibilità di agganciare i satelliti, caratteristica comune a tutti i GPS. Il segnale GPS diviene instabile anche in presenza di campi elettromagnetici (cavi dell’alta tensione, ripetitori), e nel corso della nostra prova abbiamo infatti verificato anomali visualizzazioni dei dati sullo schermo, seppur di brevissima durata.

Bryton_Rider_310_fields_8

Dell’altitudine abbiamo già detto, il valore iniziale all’atto dell’accensione è piuttosto aleatorio. Sul percorso non si hanno problemi, il dislivello positivo e negativo vengono calcolati correttamente con precisione unitaria ed esposti sul display con aggiornamenti puntuali ogni secondo. Molto utile il dato relativo alla pendenza, espressa in percentuale con precisione decimale, aggiornata anch’essa ogni secondo ma influenzata da un tempo latente di circa 5”, dovuto al calcolo differenziale tra pressione barometrica (quindi altimetria) e distanza percorsa. Sulle pendenze costanti si ha sempre il valore corretto, mentre nei saliscendi si potrà osservare un certo ritardo nell’esposizione della pendenza.

La distanza viene visualizzata su tre cifre, per cui quando si superano i 99.9 km non si vedono più le centinaia di metri sul display. Nel riepilogo della cronologia si trova invece la distanza espressa correttamente con precisione al decametro (es. 114,67 km). Il tempo è espresso sempre in hh:mm:ss, tutti gli altri valori (FC, rpm, Kcal, Power, ecc) hanno precisione unitaria.

Bluetooth Smart
Il Bryton Rider è predisposto per notificare sul display le chiamate telefoniche in entrata su dispositivi smartphone (sistema operativo Android 4.0 e superiori) e iPhone (sistema operativo iOS 7.0 e superiori). E’ sufficiente settare “Bluetooth On” sul Rider, avviare lo smartphone o l’iPhone e attivare su di essi l’App Bryton. L’accoppiamento smartphone/GPS è istantaneo. A questo punto si può chiudere l’App sullo smartphone, perché le chiamate vengono notificate correttamente. L’App gestisce esclusivamente le telefonate entranti, non notifica gli SMS.

Mediante l’App Bryton è possibile effettuare l’upload dei file .FIT, registrati dal Rider, direttamente sullo smartphone e da questo automaticamente sul proprio profilo Bryton e su Strava, senza essere costretti a scaricare il file .FIT su un computer e poi caricarli sul web. Il procedimento di upload tramite App è logicamente più lento rispetto al caricamento diretto del file .FIT su computer, ma è comodo quando non si dispone di un PC. Utilizzando l’App si noterà una maggiore lentezza nel caricamento, cosa che potrebbe dipendere anche dalle capacità del processore dello smartphone e dalle altre applicazioni attivate in background sul medesimo.

Bryton_training_track

Analisi delle registrazioni
Terminata la registrazione del percorso desiderato, se ne possono analizzare i dati rilevati. Il Rider, nella propria cronologia interna, mostra solo i parametri essenziali, come abbiamo detto precedentemente. Per un’analisi più accurata e completa occorre caricare il tracciato sul proprio profilo Bryton o su tutte le altre piattaforme web per la gestione dei percorsi. Il profilo Bryton accetta l’upload dei file .FIT creati dal Rider, ma anche dei file con estensioni GPX, KML, KMZ, BDX e TCX. Dal profilo Bryton è inoltre possibile effettuare il caricamento diretto su Strava, Fit Track e Training Peaks, a patto che l’utente abbia il medesimo profilo di accesso definito per Bryton.

Nei passaggi sulle varie piattaforme web, alcuni dati presenti nella registrazione subiscono interpretazioni particolari, tipiche di ogni applicazione. Distanza e dislivello ben difficilmente coincidono tra un web service e l’altro. Per quanto riguarda gli altri dati, il profilo Bryton mostra 7 zone cardiache e 7 zone di potenza, mentre Strava e tutti gli altri le riconducono a 5. Altri parametri utili (come per esempio la temperatura), non vengono visualizzati sui web service se il file .FIT viene caricato sul profilo Bryton e da questo ad altri web service. Effettuando però il caricamento diretto senza il tramite del profilo Bryton, i dati si vedono tutti.

Bryton_training_profile

Training e funzioni avanzate
Il Rider 310 dispone di numerose funzioni inerenti all’allenamento di alto livello, disponibili nella sezione “Train & Test” accennata precedentemente. La tipologia di esercizi è preimpostata, ma ogni lavoro può essere modificato nella durata delle varie fasi. La scelta dei vari workout può essere effettuata anche dal proprio profilo Bryton sul sito e scaricando poi i dati sul Rider 310 mediante il Bryton Update Tool. L’unico limite è rappresentato dal fatto di non potere importare allenamenti di tipologie differenti rispetto a quelle previste.

Bryton_setup_profile Bryton_setup_profile_HR

Il profilo personale presente sul sito Bryton può essere facilmente aggiornato in varie sezioni. Molto utile la segmentazione in 7 zone della frequenza cardiaca e della potenza, con intervalli percentuali parametrizzabili dall’utente. Queste funzioni sono presenti solo sul sito e non sono settabili direttamente sul Rider. Ovviamente i parametri salvati sul profilo vengono poi scaricati sul device mediante il solito Bryton Update Tool.

Bryton_Rider_310_backlight Bryton_Rider_310_cronolog Bryton_Rider_310_training

Enhancement
Complessivamente, questo Bryton Rider 310 si è dimostrato un eccellente ciclocomputer GPS. Piccole migliorie lo eleverebbero ulteriormente di rango. Ci permettiamo di suggerire quelle che per noi potrebbero risultare utili a tutti i ciclisti.
• Altimetria iniziale: servirebbe un set-up più preciso, che non costringa alla conferma manuale da effettuarsi prima di ogni registrazione qualora si voglia disporre di un dato di partenza affidabile.
• Lo spegnimento automatico del device avviene dopo 10 minuti di inattività (vale a dire mancanza di segnale GPS). In tal caso il Rider memorizza il percorso e lo salva, ma quando viene riavviato non riparte dal punto precedente, bensì inizia a registrare un nuovo tracciato. Se invece si è in modalità Registrazione e il device riceve il segnale satellitare, non si verifica alcuno spegnimento automatico, a prescindere dal tempo di inattività. In questo caso la Registrazione della traccia riprende normalmente. Sarebbe comunque consigliabile dotare il Rider di una impostazione tale da modificare il tempo di auto shut-down.
• Riepilogo dati sul dispositivo: potrebbe essere integrato con altri valori, tra i quali il dislivello, parametro molto importante.
• App per upload percorsi: in generale è risultata abbastanza lenta e spesso si è interrotta senza motivi apparenti. Occorrerebbe una ottimizzazione applicativa.
• Train & Test: il corredo di serie è discreto, ma non sarebbe male riuscire ad ampliarlo, dando la possibilità di caricare workout diversi, anche derivanti da piattaforme web esterne all’area Bryton (Strave, ecc).
• Live tracking: è una funzione di sicurezza passiva, ma potrebbe essere interessante disporre della localizzazione satellitare del Rider, in modo da rendere disponibile agli utenti collegati la facile individuazione del punto in cui ci si trova a pedalare.

La distribuzione in Italia è curata da Ciclo Promo Components


– Sito web Bryton


Bryton_cadence_speed_sensor Bryton_front_mount
Tra gli optional Bryton, il sensore combinato vel./cadenza e la staffa frontale al manubrio

Bryton_Rider_310_pads_top Bryton_Rider_310_pads_bottom
I due supporti in gomma, di spessore differente, forniti di serie per la staffa di fissaggio

Bryton_Rider_310_rings
I quattro anelli elastici in gomma per fissare la staffa

Bryton_Rider_310_fields_2 Bryton_Rider_310_fields_3 Bryton_Rider_310_fields_8_heart
I dati visualizzabili sullo schermo variano da 2 a 8 campi

Bryton_Rider_310_unit_mount


Articolo a cura di Roberto Chiappa

Foto: © Roberto Chiappa (Tech-Cycling) – © Bryton

289 commenti

  1. Ottimo articolo, peccato che non poteva usare la nuova applicazione.

    Con i migliori saluti,
    VGG

    • Buongiorno ho da poco acquistato un Brayton 310 che purtroppo è sfornito di sensore di velocità come posso fare per ovviare questo inconveniente spendendo poco?.

      • Ciao Giuseppe,
        in assenza di sensore velocità, il Rider la calcola dal segnale satellitare. Il valore è sufficientemente preciso in campo aperto, mentre diventa aleatorio dove vi sia qualche difficoltà di ricezione (bosco fitto, sottopassaggi), per diventare completamente assente nelle gallerie chiuse.
        Se non si desidera avere la massima precisione in termini di velocità e distanza, il segnale satellitare può bastare.
        Ma se si vuole qualcosa in più, superando queste situazioni comuni a tutti i GPS, ci si può dotare di un sensore velocità, che misura anche la distanza.
        In commercio ne esistono sostanzialmente due tipologie: con sensore magnete e con accelerometro. Questi sensori sono entrambi molto precisi, per cui acquistare uno o l’altro non fa differenza, a parte il costo (i sensori con accelerometro costano di più).
        Il Rider riceve i segnali in modalità ANT+ (2.4 GHz), per cui in fase di acquisto occorre considerare questa caratteristica (in commercio si trovano anche sensori Bluetooth, che però non soddisfano le specifiche del Rider).
        Il sensore velocità può anche essere acquistato usato, se ne trovano parecchi in vendita su molti siti web. L’importante è che sia ANT+ e che, ovviamente, non sia rotto o difettoso.
        A disposizione per qualsiasi ulteriore approfondimento, ti inviamo i nostri più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !!

  2. Leggendo il vs.articolo sul bryton 310 (che ho molto apprezzato) alla fine mi invitavano ad iscrivermi alla vs. Newsletter Giornaliera della Tech Cycling.. Pensando fosse gratuita ho aderito, leggendo immediatamente il seguito (scritto in inglese che peraltro non conosco) ho capito che si trattava di un abbonamento a caro prezzo. A questo punto ho dato immediata disdetta ,ma mi meraviglio che si debba ricorrere a simili raggiri per ingannare le persone.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Franco,
      la nostra newsletter è assolutamente gratuita e non abbiamo mai forzato nessuno a iscriversi. Nei nostri articoli infatti non compare alcun invito a sottoscrivere la newsletter, per cui crediamo che il “raggiro” derivi da altre fonti, a noi estranee.
      Se tu fossi così gentile da inoltrarci ciò che ti è pervenuto, potremmo cercare di comprendere l’origine di questa manovra che, ripeto, è del tutto estranea alla nostra etica.
      Noi non abbiamo banner pubblicitari sul nostro web-magazine, se non quelli relativi ai prodotti che stiamo testando e che segnaliamo volontariamente e gratuitamente sul nostro web-mag. Ogni altro banner che l’utente vede è probabile frutto di qualche “pop-up” del browser installato, in particolare sugli smartphone. Ma non è roba nostra.
      Non percepiamo un cent per ciò che facciamo, proprio perchè non abbiamo banner pubblicitari.
      Restiamo dunque in attesa di un tuo riscontro, ci spiace per quanto ti è accaduto.

      A risentirci presto !!

  3. Buongiorno, mi sono letto tutta la vostra recensione, pero prima lo avevo acquistato su amazon, speriamo bene.
    Volevo chiedervi, nella vostra prova , con quale telefono avete verificato la connessione Bluetooth Smart, perché ho letto che con Samsung S5 non funziona, grazie.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Massimo,
      noi l’abbiamo provato con un Samsung Galaxy S6, che ha il protocollo Bluetooth 4.1, ma il Rider è dichiarato da Bryton essere compatibile anche con la versione Bluetooth 4.0 del Samsung Galaxy S5.
      Restiamo comunque a disposizione per qualsiasi altro chiarimento tu abbia bisogno.
      Un caro saluto e un augurio per delle buone pedalate. 🙂

      • fatto, funziona anche con L’S5

        • Roberto Chiappa

          Ciao Massimo,
          molto bene, siamo contenti che tu sia riuscito a connettere il tuo smartphone Galaxy S5 con il Bryton Rider 310.
          Per qualsiasi cosa tu abbia bisogno, siamo qui.
          Sinceri saluti, e come sempre… buone pedalate !! 🙂

      • riccardo totti

        ciao roberto,ieri ho fatto un a gran fondo di 4ore sotto la pioggia e il mio bryton ha smesso di funzionare…si era bloccato non andava piu altitudine e cadenza..a fine corsa l’ho spento…stamani nel riaccenderlo mi da display tutto bianco…ma non doveva essere impermeabile…cosa posso fare? grazie riccardo

        • Roberto Chiappa

          Ciao Riccardo,
          mi spiace davvero per l’accaduto, è molto probabile che sia entrata acqua dalla linguetta in gomma sul dorso, dove si innesta l’alimentazione micro-USB.
          Dato che la garanzia copre l’impermeabilità con grado IPX7 (fino a 1 metro sott’acqua), ti consiglio di rivolgerti all’assistenza, spiegando loro che non sei andato a fare una immersione nella barriera corallina ma una semplice pedalata sotto la pioggia che, per quanto intensa possa essere, non deve danneggiare lo strumento.
          Purtroppo la linguetta posteriore non è eccezionale quanto a tenuta stagna, occorre premerla molto bene nella propria sede. MA con le vibrazione e le sconnessioni del terreno, può anche fuoriuscire quel tanto che basta per consentire all’acqua di entrare.
          Prova a sentire l’assistenza Bryton, secondo me non dovrebbero farti troppi problemi nella sostituzione.
          Fammi sapere, per qualsiasi cosa rimango a disposizione.
          Sportivi saluti e… sul col morale !! 🙂

  4. Questo ciclocomputer mi attira molto ma ho letto cose interessanti del sigma rox 10.

    Mi aiutate a prendere una decisione?

    sigma rox 10 o bryton 310

    • Roberto Chiappa

      Ciao,
      il Sigma Rox 10.0 non lo abbiamo mai analizzato, ma leggendo ciò che offre possiamo constatare che si tratta di un GPS per certi aspetti abbastanza simile al Bryton Rider 310, ma con alcune diversità.
      La principale differenza sta nella capacità del Rox di effettuare una navigazione direzionale, pur non essendo cartografico. E’ dunque possibile importare una traccia e seguire il percorso, cosa che il Rider non ha. E questo, comunque, ha i suoi costi addizionali, fattore non del tutto secondario per effettuare una scelta.
      Il Rider si interfaccia con gli smartphone/iPhone tramite protocollo Bluetooth Smart 4.0, utile per segnalare le chiamate in entrata sul telefono, mentre il Rox non ha questa facility.
      La parte dell’allenamento è molto simile, il Rox suddivide cardio, cadenza e potenza in 4 zone, il Rider in 7. Quanto a funzioni del training, grosso modo si equivalgono.
      Lo schermo del Rider è da 1.8”, quello del Rox da 1.7”, non cambia molto. Entrambi retroilluminati.
      Per la gestione del software a corredo, non possiamo esprimere alcun giudizio sul Rox Data Center, non avendolo mai provato. In rete si trovano parecchi giudizi in merito, con i soliti contrasti d’opinione. Il software del Bryton Rider che abbiamo testato lo riteniamo sufficientemente valido, senza che si gridi al miracolo. C’è da dire che Bryton introduce piccole migliorie in misura abbastanza frequente, il che ci rende moderatamente ottimisti per gli sviluppi futuri.

      A disposizione per qualsiasi approfondimento, ti auguriamo buon proseguimento per tutto. E… buone pedalate !!! 😉

  5. Ciao, bella recensione e mi avete quasi convinto all’acquisto, solo una precisazione: la versione T, che comprende entrambi e sensori (cardio e cadenza), quello di velocità e insieme a quello della cadenza?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Andrea,
      il sensore fornito di serie con la versione “T” è solo relativo alla cadenza.
      Ecco qui la foto:

      Tra gli optional Bryton acquistabili a parte, il sensore combinato velocità+cadenza.
      Qui sotto la foto:

      Da un punto di vista puramente economico, converrebbe acquistare la versione 310E (senza optional) e poi prendere i vari sensori ANT+ disponibili aftermarket, tutti perfettamente compatibili con il Rider 310.
      Comunque in rete si trovano offerte anche per la versione 310H (con fascia cardio), alla quale può essere abbinato un qualsiasi sensore velocità+cadenza.
      Per qualsiasi ulteriore approfondimento, non esitare a contattarci.
      Un saluto e un augurio di buone pedalate !! 🙂

  6. Ciao, avevo letto qualche tempo fa che convertire la traccia del bryton da .FIT a .gpx (per eventualmente caricarla su golden cheetah ad esempio) dava dei problemi con i lap o di altitudine.
    Che voi sappiate ci sono ancora questi problemi o sono stati risolti?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Luca,
      caricando il file Bryton in formato .GPX su Golden Cheetah non c’è alcun problema riguardante il dato altimetrico, viene calcolato correttamente.
      Invece i Lap non vengono rilevati, su Golden Cheetah si vede un giro unico, senza frazionamenti.
      Se però converti il file in formato .PWX vedrai anche i Lap su Golden Cheetah, oltre all’altimetria (e alla temperatura, se mai dovesse interessarti questo parametro).

      A disposizione per qualsiasi approfondimento, ti auguriamo buone pedalate !! 🙂

  7. Ciao sono interessato a questo bryton .ma acquistando il sensore velocita dove si inserisce il diametro ruota?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Roberto,
      nei vari parametri di set-up iniziali di questo Bryton Rider 310 è previsto anche la circonferenza della ruota di entrambe le biciclette (il Rider riesce infatti a gestire i dati relativi a due bici, tenendoli separati oppure unendoli qualora lo voglia l’utente).
      Par definire la misura della circonferenza della ruota, occorre andare nel menu “Impostazioni” – “Profilo” – “Profilo Bici” – “Bici 1” e selezionare “Origine velocità” indicando che il primo strumento dal quale rilevarla è il sensore velocità. Poi ritorni al sottomenu “Bici 1” e selezioni “Ruota”, indicando la circonferenza in millimetri (sul manuale utente, in Appendice, sono riportati tutti i valori possibili).
      Lo stesso procedimento potrà essere fatto per “Bici 2”, qualora tu volessi gestire un altro mezzo.

      Restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore approfondimento a riguardo.

      Sportivi saluti, e buone pedalate !! 🙂

  8. Potrebbe prestarsi ad un doppio utilizzo, mtb e bdc?

    Tramite il doppio profilo e nel caso prendendo altri sensori?

    • Roberto Chiappa

      Assolutamente sì, è pensato proprio per questo scopo. Due bici anche diverse tra loro. I profili “Bici 1” e “Bici 2” presenti nel Rider sono gestibili con parametri specifici, per cui si possono impostare a piacimento.
      Volendo utilizzare due sensori (uno su ciascuna bici), non sarà necessario effettuare lo “scan” con il Rider qualora i sensori siano uguali (marca e modello). Se invece i sensori sono diversi per marca o modello, dovrai effettuare il riconoscimento ogni volta che sposti il Rider da una bici all’altra.
      Ad ogni modo è un’operazione di pochi istanti.
      Ovviamente se non utilizzerai alcun sensore di velocità/cadenza, puoi spostare il Rider su tutte le bici che vuoi.

      Sportivissimi saluti, e buone rpm !! 🙂

  9. come si modifica l’orario nel 310t?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Massimo,
      diversamente da altri GPS, il Rider non riceve l’ora del giorno dal satellite in base all’ora legale, per cui occorre dichiararlo nei parametri di set-up.
      Vai nel menu “Impostazioni” – “Generale” – “Sistema” – “Ora” e attiva il parametro “Ora legale”.

      A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti auguro buone pedalate !! 🙂

  10. Salve, se si acquista la versione T quindi con sensori cardio e cadenza si hanno problemi con la valutazione della velocità? (Immagino fornita dal gps). Invece la pendenza è presente sul dispositivo anche senza sensore velocità? Grazie per le info.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Massimo,
      la velocità viene rilevata dal segnale satellitare, ma il Rider può riceverla anche da un qualsiasi sensore velocità ANT+, che però non è previsto di serie nel package 310 T ma è un optional.
      Il dato della velocità che scaturisce dal segnale GPS è affidabile laddove vi sia copertura del satellite e non vi siano campi elettromagnetici. Diversamente si vedranno dati imperfetti.
      Logicamente un sensore velocità garantisce la totale affidabilità, a prescindere dalla copertura satellitare.
      Nelle gallerie chiuse, il segnale satellitare è assente, quindi non si vedranno nè la velocità nè la distanza. Ma negli spazi aperti questi problemi non si manifestano.

      La pendenza è sempre calcolata in funzione della distanza e della pressione atmosferica, la velocità è un parametro ininfluente. Non servono dunque sensori per il calcolo di pendenza e altimetria, a meno che si attraversino gallerie.

      Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore delucidazione tu abbia bisogno.

      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !! 🙂

  11. Salve. Con bryton se elimino dalla cronologia alcune uscite registrate il kmtraggio totale varia o tiene in considerazione anche le registrazioni eliminate?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Gabriele,
      tutti i valori totali vengono memorizzati a prescindere dal fatto di avere le registrazioni salvate sul Rider.
      Puoi tranquillamente cancellare dalla cronologia del dispositivo le tracce che non ti servono. Nulla andrà perduto.

      Sportivi saluti, e buone pedalate !! 🙂

      • Ho capito. E se dovessi stoppare la registrazione per riprenderla dopo una fermata, c’è il rischio che si spenga automaticamente o si spegne solo se si preme il bottone di spegnimento?

        • Roberto Chiappa

          Si spegne solo manualmente, oppure perchè si esaurisce la batteria (cosa abbastanza difficile, vista l’autonomia).
          Puoi fermare la registrazione con il tasto di Pausa (quello sinistro), per poi riprenderla con il tasto centrale arancione.

  12. Mille grazie! Avrei un ultima domanda. Il sensore cadenza/velocità bisogna associarlo ogni volta oppure una volta associato lo riconosce in automatico ad ogni accensione?

    • Roberto Chiappa

      Come tutti i sensori associati, lo riconosce al momento dell’accensione.
      Pertanto è sufficiente effettuare la scansione solo la prima volta.

      Sportivi saluti, e buone pedalate !! 🙂

  13. Che cos’è la modalità 1 secondo nell’ambito del menù registrazione?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Gabriele,
      ti ho risposto nella domanda successiva.
      Per qualsiasi ulteriore chiarimento, rimango a disposizione. 🙂

  14. Nel menù registrazione cosa significa registrazione 1 secondo e registrazione intelligente? Grazie.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Gabriele,
      la registrazione dei dati a “1 secondo” è molto più precisa, perchè avviene indipendentemente dalla velocità di movimento del device. Consuma più batteria, ma hai sempre la massima precisione di tutti i dati. E’ utilizzata dai professionisti e da coloro che vogliono avere la massima preciskione di tutti i parametri, per poi analizzarli.
      La Registrazione Intelligente è invece effettuata a intervalli variabili, stabiliti dal Bryton Rider in funzione della velocità di movimento (più si è lenti e maggiore è l’intervallo di tempo nel quale il Rider registra i dati). E’ una modalità ovviamente meno precisa, ma consente un discreto risparmio di batteria.

  15. Ciao, ho comprato il rider 310 e nella confezione ho il sensore cadenza, fascia cardio ma non ho il sensore velocità, lo appena montato però non mi trova il segnale gps, la velocità la calcola del gps???? Non trovo sistema di rimettere l’ora, anche quella va con il gps???? Scusate se sono domande stupide ma non ho mai avuto un gps!!!
    Grazie 1000!!!

    • Roberto Chiappa

      Ciao Nicola,
      il Rider 310 T non è provvisto di serie con il sensore velocità, ma solo con il sensore cadenza e la fascia cardio.
      La velocità viene rilevata dal segnale satellitare, ma puoi acquistare un qualsiasi sensore velocità ANT+ per avere la massima precisione (il segnale satellitare non è recepito nelle gallerie e in genere nei luoghi chiusi).

      L’ora viene presa automaticamente dal satellite, che però è GMT (l’ora del meridiano di Greenwich, che rispetto alla nostra italiana è indietro di un’ora). Devi settarla tu sull’ora legale, indicando +1.

      Per qualsiasi ulteriore chiarimento, siamo a disposizione. I migliori saluti e un augurio di buone pedalate. 🙂

      • Grazie 1000!!! Super gentile!!!!

        • Roberto Chiappa

          Di nulla, ci mancherebbe.
          Per regolare l’ora, vai nel menu “Impostazioni” – “Generale” – “Sistema” – “Ora/unità” e scegli “+1:00” per settare l’ora legale.

          Alla prossima !! 😉

  16. Ciao, il bryton 310 calcola in modo istantaneo la vam come garmin?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Antonio,
      il Rider non calcola la VAM in modo istantaneo, anche perchè è un valore che va contestualizzato per un segmento ben definito del percorso.
      Solitamente la VAM viene analizzata a posteriori, dai vai applicativi di training (Strava, SportTracker, ecc).
      Parlare di VAM istantanea non ha molto senso, dovresti stabilire il punto iniziale e quello finale della salita, che però deve essere già memorizzata nel GPS, e poi misurare gli scostamenti da questa.
      Con il Rider puoi memorizzare un segmento (Lap) sul quale desideri misurare le tue performance successive, e lui ti dirà gli scostamenti in termini di tempo, velocità media e watt medi.

      A disposizione per qualsiasi approfondimento, invio i miei saluti e un augurio di buone pedalate. 🙂

  17. Ciao sono interessato a comprare il 310T ma volevo chiedere la fascia ed il sensore di cadenza hanno una pila bottone oppure devono essere cambiati quando si scaricano come i Polar grazie mille comunque ottima guida complimenti

    • Roberto Chiappa

      Ciao Marco,
      fascia cardio e sensore cadenza sono alimentati da una normale batteria CR2032, che può essere facilmente sostituita quando scarica.

      A disposizione per qualsiasi approfondimento, ti invio sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !! 🙂

  18. Grazie mille e ancora tanti tanti complimenti buone pedalate a tutti ciaooo

  19. Ciao,

    Sarei interessato al 310, ma non riesco capire se si può visualizzare la pendenza attuale in % come avviene con il Rox 8/9/10.
    Non ho visto questa voce in nessuna schermata dimostrativa.

    Grazie
    Nicola

    • Roberto Chiappa

      Ciao Nicola,
      la pendenza attuale c’è eccome, nelle nostre foto si vede in basso a destra (è nulla perchè le foto sono state scattate con bici ferma).

      E se leggi bene il nostro articolo, troverai scritto:
      Dell’altitudine abbiamo già detto, il valore iniziale all’atto dell’accensione è piuttosto aleatorio. Sul percorso non si hanno problemi, il dislivello positivo e negativo vengono calcolati correttamente con precisione unitaria ed esposti sul display con aggiornamenti puntuali ogni secondo. Molto utile il dato relativo alla pendenza, espressa in percentuale con precisione decimale, aggiornata anch’essa ogni secondo ma influenzata da un tempo latente di circa 5”, dovuto al calcolo differenziale tra pressione barometrica (quindi altimetria) e distanza percorsa. Sulle pendenze costanti si ha sempre il valore corretto, mentre nei saliscendi si potrà osservare un certo ritardo nell’esposizione della pendenza.

      Per qualsiasi ulteriore delucidazione, rimango a disposizione.

      Sportivi saluti, e buon pedalate !! 😉

  20. Ho appena acquistato il mio 310T ma una domanda come si fa x aggiornare l’ora esatta grazie e buona pedalata a tutti

    • Roberto Chiappa

      Ciao Marco,
      il Rider acquisisce automaticamente l’ora dal segnale satellitare, che però non considera l’ora legale in vigore da noi in Italia.
      Devi pertanto aggiornarla all’ora legale. Vai nel menu “Impostazioni” – “Generale” – “Sistema” – “Ora/unità” e seleziona “Ora Legale”.
      Ti si presenterà il valore “0.00”, devi aumentarlo a “+1.00”.
      Poi confermi con il tasto centrale e ritorni indietro con il tasto sinistro.

      Per qualsiasi cosa, sono a disposizione.

      Sinceri saluti, e l’augurio per delle divertenti pedalate !! 🙂

  21. Si grazie ho risolto con l’app del cellulare xche la cosa strana è che mi dava un’orario proprio diverso inoltre anche la data era sbagliata. Ne approfitto come si fa x accopiare un numero di cellulare ho provato con il bluetooth ma quando vado x fare l’accopiamento il bryton si riavvia grazie mille e scusate il disturbo👍

    • Roberto Chiappa

      Ciao Marco,
      strano che il Rider si riavvii…
      La procedura è molto semplice, si scarica l’App Bryton sullo smartphone, si accende il Rider e si attiva il Bluetooth, quindi si sceglie “accoppiamento”.
      Poi si accende lo smartphone, si attiva il Bluetooth, si attiva l’App Bryton e si sceglie di scansionare i device presenti.
      Non dovrebbero esserci problemi.
      Qui un video esplicativo, spero possa esserti utile.

      https://www.youtube.com/watch?v=2X5Fs0JBcGo

      Per qualsiasi ulteriore chiarimento, rimango a disposizione.

      Sportivi saluti, buona serata e buone pedalate !! 🙂

  22. Ciao Roberto,
    Grazie per tutti i consigli ho finito di settare al meglio il bryton sembra che funzioni tutto ora non mi resta che provarlo in sella alla mia bici e poi ti posterò le mie sensazioni grazie ancora e buone pedalate a tutti😄

  23. Buongiorno, dopo la vostra recensione vorrei acquistare un Bryton, visto che posseggo già una fascia cardio “Garmin” tecnologia ant+ credo sia compatibile, ma come sensori quale devo acquistare solo quello della cadenza oppure il combinato cadenza e velocità? Grazie.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Adriano,
      la fascia cardio Garmin è perfettamente compatibile con il Bryton Rider, per cui puoi tenere la tua.
      Relativamente agli altri sensori, dipende da cosa vorresti misurare e con quale gradi di precisione.
      Se vuoi misurare solo la cadena pedalata, acquista soltanto il sensore cadenza, uno qualsiasi compatibile ANT+.
      Se invece vuoi misurare con precisione costante anche la velocità, ti consigliamo l’acquisto di un sensore combinato cadenza+velocità, più che altro per evitare le operazioni di montaggio di due sensori disgiunti (cosa che comunque assicura anch’essa un ottimo funzionamento, e magari si trovano sensori a prezzo d’occasione).
      La velocità è rilevata dal GPS anche senza sensore, ma viene a mancare laddove non vi sia copertura del segnale satellitare (gallerie, spazi chiusi, interferenze con campi elettromagnetici). Invece il sensore velocità fornisce sempre il valore esatto.

      Per qualsiasi altra delucidazione, siamo a disposizione.

      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !! 🙂

  24. Ciao ragazzi come promesso ho provato il mio nuovo bryton 310 e devo dire che funziona benissimo e per il prezzo che costa è regalato confronto a tanti altri GPS che costano il doppio! Una sola piccola cosa volevo chiedere avendo impostato il retrooill off in auto alle volte quando lo accendo si illumina il quadrante e a volte rimane spento ma il bryton funziona sempre sapete dirmi il perché? Grazie mille e buone pedalate a tutti👍

    • Roberto Chiappa

      Ciao Marco,
      con “Retroilluminaz. Off” il Rider si illumina solo all’atto dell’accensione nelle ore notturne, stabilite dal parametro “Tramonto”.
      In pratica, dopo che si è raggiunta l’ora del Tramonto (stabilita dal satellite), se accendi il Rider vedrai che il quadrante si illumina.
      Se invece lo accendi dopo l’Alba, il quadrante resta spento.

      A disposizione per qualsiasi altro chiarimento, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !! 🙂

  25. Ah grazie Roberto io pensavo che in modalità auto si accendesse quando entri in galleria e si spegnesse all’uscita ho interpretato male l’istruzione del manuale comunque mi ripeto è ottimo GPS il rider310 grazie ancora e scusate se ognitanto disturbo ma spero che possano servire anche ad altri i miei interventi. Un saluto a tutti 😄🚴😄

    • Roberto Chiappa

      Ciao Marco,
      non disturbi affatto, i tuoi interventi e commenti sono molto utili per tutti noi e per coloro che vorranno leggerli, grazie anche ai motori di ricerca web.
      Il Rider non è dotato di sensore di luminosità, per cui non riesce a distinguere il buio di una galleria dalla luce solare. Funziona solo con i parametri Alba e Tramonto del segnale satellitare.
      Alla prossima, e buone pedalate !!

  26. Buonasera, oggi ho acquistato il Rider 310 ma non riesco a caricargli i km precedentemente fatti con la bici in ODO, come si fa con un qualsiasi orologio per bici, inoltre per poter scaricare i dati sul pc come devo fare? Grazie in anticipo.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Adriano,
      per settare nel Rider il chilometraggio già fatto in precedenza, devi andare nel menu “Impostazioni” – “Profilo” – “Profilo Bici” – “Panoramica” – “Bici 1+2”.
      Selezioni “ODO” e poi con i tasti up&down sinistro e destro inserisci il valore desiderato. Poi confermi con il tasto centrale arancione.

      Per scaricare i dati sul PC è sufficiente collegare il Rider al PC mediante la presa USB. Il Rider viene visto come una qualsiasi periferica USB, perciò si possono copiare i dati registrati (i file .FIT) dal Rider al PC, trasferendoli poi su Strava, sul profilo Bryton o su qualsiasi altra piattaforma web per l’analisi dei percorsi GPS.
      A disposizione per qualsiasi cosa, invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate.

  27. Ciaooo, sei un mago……:-))) Grazie risolto il problema.

    • Roberto Chiappa

      Di nulla, figurati. 🙂
      Per qualsiasi cosa, resto a disposizione.

      • Buongiorno Sig. Roberto, la ringrazio ancora per i suoi aiuti. Ieri ho provato il Rider 310…per il momento sono soddisfatto dell’acquisto, anche se non lo sfrutterò appieno perchè sono un ciclista, aimè “della domenica” , volevo chiederle ancora una cosa, nel resoconto finale dell’uscita che ho scaricato sul sito e che poi posso leggere sull’app. Bryton sport ho notato che mi da il guadagno altitudine, che dovrebbe essere il dislivello complessivo giusto? ma non mi da la media della percentuale di salite che ho affrontato, è normale oppure devo settare qualcosa?
        Grazie in anticipo.

        • Roberto Chiappa

          Ciao Adriano,
          scusa se rispondo solo ora ma oggi sono stato fuori tutto il giorno.
          Il guadagno altimetrico rappresenta effettivamente il dislivello complessivo pedalato in salita.
          La percentuale media delle salite è invece un dato che devi necessariamente ricavare tu. Puoi segmentare le salite dal punto di inizio al GPM, premendo il tasto centrale arancione “Lap” all’inizio della salita e poi alla fine. Così per tutte le salite che vorrai misurare. Al termine del giro, quando scaricherai i dati sul profilo Bryton o su Strava o qualsiasi altra piattaforma web, vedrai il dislivello totale di ogni salita (che avrai segmentato con “Lap”) ma per avere la pendenza media dovrai eseguire tu il calcolo, dividendo il dislivello per i km percorsi. Il Rider non fornisce infatti questa informazione, e a dire il vero non so se esistano ciclocomputer in grado di stabilire la pendenza media delle salite. Su Strava, invece, si può vedere, perchè effettua automaticamente una ripartizione logica del tracciato, riconosce le salite e misura tutti i dati relativi.
          A disposizione per altri chiarimenti, ti auguro buone pedalate !!

        • Roberto Chiappa

          Ciao Adriano,
          dovrei averti risposto nel commento precedente.
          Se qualcosa non è chiaro, sono a disposizione. 🙂

          • Ciao, si mi hai risposto, sono io che ho inserito due volte la domanda perchè credevo non avesse caricato la prima. Sei stato molto esauriente come sempre e ti ringrazio ancora per questo tuo aiuto. Ciao Adriano.

          • Roberto Chiappa

            Ciao Adriano,
            i commenti inseriti dagli utenti devono essere approvati dalla Redazione, per questo non li vedi subito. Ma nulla viene perduto.
            Ieri purtroppo sono stato impegnato fori ufficio, senza internet, per cui non l’ho approvato in tempi rapidi.
            Mi scuso ancora per il ritardo.
            Per qualsiasi cosa tu abbia bisogno, contattami pure. 😉
            Saluti, e come sempre… buone pedalate !!

  28. Salve, avevo già fatto una domanda ma credo non sia stata caricata. Prima di tutto la voglio ringraziare ancora per i suoi aiuti e vorrei fare ancora una domanda. Ieri ho provato il rider, va benissimo e sicuramente non sfrutterò le sue potenzialità in quanto abitando a Roma non riesco ad uscire spesso con la bici, nel complesso delle informazioni scaricate su brytonsport.com ho trovato i dati relativi all’altimetria, che credo dovrebbe essere il dato relativo alla massima altitudine raggiunta, ma non trovo, se eventualemnte ci fosse, i dati relativi alla pendenza percentuale media raggiunta durante il giro, è normale oppure devo settare qualcosa?

  29. sono un povero vecchio ciclista e poco tecnologico . Sono passato dal 35 al 310 che trovo fantastico per qualita prezzo e nonnostante l’età sono fortunatissimo con la vista ed uso 8 dati . Vengo al mio problema . Non riesco ad accendere il bluetooth o piu semplicemente non riesco a collegare il mio cellulare LG g4 al bryton . Le ho provate tutte Roberto seguendo le risposte che hai già dato . Sono irrecuperabile ? Grazie per l’attenzione buone pedalate a tutti ,Roberto

    • Roberto Chiappa

      Ciao Roby,
      perdonami se leggo solo ora il tuo messaggio, ieri sera ho staccato prima del solito.
      Vedo dal tuo messaggio successivo che sei riuscito nel tuo intento, mi fa piacere.
      Per qualsiasi altra cosa tu abbia bisogno, sono a disposizione.
      Sinceri saluti, e un grande augurio di buone pedalate !!

  30. Ci sono riuscito !!! Splendido , grazie comunque per l’attenzione che mi avresti sicuramente riservato ,Roberto

  31. Fabrizio Zolanetta

    Buonasera Roberto,
    per quanto riguarda il Bryton 310 del test esiste un programma da installare sul proprio pc per visualizzare la traccia e soprattutto i dati relativi all’uscita? In pratica, se non ho un collegamento ad internet come faccio a visualizzare quei parametri non leggibili nella cronologia interna? Il dislivello per esempio.
    Ho cercato un programma tipo ‘Garmin Training Center’ per il Bryton ma non ho trovato niente.
    Sono possessore di un Garmin Edge500 e ho caricato il file .FIT del Brton nel programma ‘Garmin Training Center’ che ho installato sul mio pc però purtroppo oltre a non visualizzare la traccia mi da i valori relativi all’uscita pari a 0 (zero), mi indica solo la data del giorno e l’ora della partenza.
    Grazie in anticipo per l’attenzione e la risposta che saprà darmi. Complimenti per l’articolo; veramente fatto bene. Fabrizio

    • Roberto Chiappa

      Ciao Fabrizio,
      ti ringrazio per i complimenti, sempre ben accetti. In realtà l’articolo non è esaustivo al 100%, anche perchè alcuni risvolti sono poi stati approfonditi sulla base delle domande poste dagli utenti. I commenti servono anche, e forse soprattutto, per questo.

      Il Garmin Training Center non è totalmente compatibile con i file .FIT generati dal Bryton Rider. Per renderli compatibili, dovresti editare nel file .FIT alcuni tag e qualche parametro, un lavoro non lunghissimo ma ad alto rischio di errore.

      Per analizzare i file .FIT in locale, senza l’ausilio di internet, potresti installare il programma PowerAgent, realizzato da PowerTap.
      E’ un’applicazione “freeware”, cioè gratuita. Qui il link del prodotto: http://www.powertap.com/product/poweragent.

      Ci sono poi molti altri programmi di analisi dei file generati da un GPS, ma solitamente analizzano il formato .GPX, per cui dovresti convertire il file .FIT in quel formato, e poi procedere all’analisi. La conversione può essere effettuata per esempio con GPS Babel, ma ne esistono tanti altri che effettuano i medesimi passaggi di conversione.

      Per qualsiasi approfondimento, sono a disposizione.
      Sportivi saluti, e un grande augurio di buone pedalate !!

  32. luigi piacentini

    Ciao Roberto, ho acquistato il rider 310 T e devo confermare che è un ottimo GPS, durante l’ultima uscita purtroppo mi si è spento indicandomi batteria scarica, purtroppo non sono ancora abituato a doverlo caricare,volevo chiederti se non cè una icona che indichi il lvello residuo della batteria, poi un’altra cosa riguardo ai lap, quando schiaccio il pulsante arancione una volta, parte la registrazione del lap e al termine per fermarla devo schiacciare unaltra vola l’arancione giusto,almeno cosi mi sembra di aver capito, ma poi non riesco a prendere il kilometraggioi effettuati fino a wuel momentoe mi azzerra tutto,cè un modo per riprenderlo.
    grazie per la cortesia e complimenti per il blog.
    luigi

    • Roberto Chiappa

      Ciao Luigi,
      ti ringrazio per i complimenti, sempre ben accetti. 😉
      L’indicatore di carica della batteria si può vedere sullo schermo in alto a destra, accanto al simbolo di ricezione GPS (vedi foto sotto, dove la batteria è segnalata carica, c’è una piccola iconcina che somiglia a una pila stilo).

      Per quanto riguarda i Lap, la procedura è semplice. Premi il tasto arancione la prima volta per iniziare la registrazione. Se lo premi nuovamente, chiude il “Lap 1” e inizia la registrazione del “Lap 2”, con dati azzerati. E così via per il Lap 3, 4, ecc.
      Per fermare la registrazione del Lap senza farne partire un’altra, premi il tasto sinistro per due volte (la prima lo mette in pausa, la seconda arresta la registrazione).
      Tutti i consuntivi del vari Lap, con i totali dell’intero percorso, si trovano nel menu “Vis. Cronologia”, e li puoi vedere meglio sul tuo profilo Bryton, così come su Strava o altre piattaforme web per la gestione degli allenamenti. Non c’è altro modo per vederli sul Rider durante la registrazione, che visualizza solo i dati del Lap in corso.

      Per qualsiasi altra delucidazione, sono a disposizione. 🙂

      Sinceri saluti, e un augurio di buone pedalate !!

      • luigi piacentini

        purtroppo sul mio 310T non si vede l’ icona della batteria, cè bisogno per caso di impostarla? dalla tua foto si vede benissimo, ma sul mio gps compare solo il cerchio di registrazione che la bici è in movimento.

        • Roberto Chiappa

          Ciao Luigi,
          sicuramente il tuo Rider non ha la versione più recente del firmware, cosa del tutto normale.
          Devi connettere il Rider al PC e aggiornare il firmware mediante il Bryton Update Tool.
          Vedrai che poi funzionerà tutto perfettamente.
          Se necessiti aiuto, batti un colpo. 😉

  33. luigi piacentini

    grazie!! non ci avevo pensato proprio ll’aggiornamento.lo farò il prima possibilee poi ti faccio sapere.
    grazieper la tua cortesia
    luigi

    • Roberto Chiappa

      Di nulla, fammi sapere se riscontri altri problemi. 😉
      Alla prossima !! 🙂

      • luigi piacentini

        ok Roberto,ho appena fatto l’aggiornamento e come dicevi tu…..ne aveva proprio bisogno, è comparsa anche l’icona della batteria, grazie mille per i tuoi consigli e per la tua disponibilità e professionalità, davvero complimenti per il tuo blog.
        ciao .Luigi

        • Roberto Chiappa

          Benissimo, sono contento per te !! 🙂
          Per qualsiasi altra cosa, resto a disposizione.
          Buon divertimento !!

  34. Buonasera,
    da qualche giorno non riesco piu’ a caricare le mie attivita su Brytonsports mentre riesco su Strava,
    ho provato con Chrome,Firefox ed explorer ma niente,premetto che ho Vista sul PC.

    Grazie mille

    Fabrizio

    • Roberto Chiappa

      Ciao Fabrizio,
      è molto probabile che si tratti di un problema imputabile al sito Bryton, in fase di occasionale manutenzione.
      Nulla che dipenda da te, dunque, o dalle tue attività registrate sul device.
      Riprova quindi a caricare nuovamente le registrazioni sul profilo Bryton, dovrebbe funzionare tutto.
      Restiamo a disposizione per approfondimenti.
      Un saluto e un augurio di buone pedalate.

  35. ciao,ho da poco preso un gps bryton 310t volevo sapere se si possono vedere i watt espressi.se si come si deve fare per l’impostazione.
    grazie Pierluigi.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Pierluigi,
      scusa se rispondo solo ora ma oggi sono stato impegnato tutto il giorno per un servizio fotografico (una MTB Rose Mr.Big che abbiamo iniziato a testare, e poi altre foto di dettaglio riguardanti altri prodotti che abbiamo in test).

      Per visualizzare la potenza espressa, occorre prima di tutto associare il misuratore di potenza al Rider.
      Quindi menu “Impostazioni” – “Sensori” – “Potenza” e scelta “Ricerca”. Nel momento in cui il misuratore di potenza trasmette il segnale, il Rider lo intercetta e lo associa automaticamente.
      Effettuata l’associazione Rider/powermeter, potrai settare tutti i campi che vorrai vedere nelle varie schermate.
      Vai nel menu “Impostazioni” – “Esercizi” – “Pagina dati” e scegli tra tutti i valori relativi alla potenza: attuale, media, massima (questi tre valori sono calcolati anche per ogni singola frazione), potenza media a 3″ e a 30″, zona di massima potenza aerobica e relativa %, potenza alla soglia funzionale e relativa %, bilanciamento potenza tra pedale sinistro e destro, efficacia di coppia attuale, massima e media tra pedale sinistro e destro, uniformità attuale, massima e media tra pedale sinistro e destro, fattore di intensità, potenza normalizzata, potenza specifica.
      Ce n’è abbastanza…
      A disposizione per approfondimenti, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !!

  36. Ciao Roberto,
    Complimenti per tutto il lavoro che fai.
    Ho visto che è uscito anche il 330, che sembra simile, mi sapresti indicare le differenze?
    Lo scostamento di prezzo non pare eccessivo.
    Grazie

    • Roberto Chiappa

      Ciao Simone,
      ti ringrazio per i complimenti, sempre ben accetti.
      Le differenze sostanziali a favore del 330 risiedono nella trasmissione WiFi verso Bryton o Strava, nella bussola elettronica e nella possibilità di seguire un percorso pianificato mediante Bryton App.
      Qui il nostro articolo di presentazione del 330 e 530: http://www.tech-cycling.it/nuovi-gps-bryton-rider-330-530/.

      Per qualsiasi altra delucidazione, rimango a disposizione.
      Sportivi saluti, e buone pedalate !!

      • Grazie per il chiarimento, ho letto ora l’articolo che hai citato. Il 310 cmq mi pare già un ottimo prodotto e le funzioni in piu del 330 non mi entusiasmano.
        Secondo te i nuovi sensori garmin con accelerometro funzionano con il 310?
        Grazie di nuovo

        • Roberto Chiappa

          Ciao Simone,
          anche secondo noi il 330 non racchiude in sè un grandissimo valore aggiunto rispetto al 310.

          I sensori Garmin con accelerometro funzionano perfettamente con i GPS Bryton Rider, vai sul sicuro.
          A risentirci presto, buone pedalate !!

  37. ciao vorrei sapere le differenze tra il 310 e il 330 inolte io dispongo di una fasciacardio runtastic è compatibile? grazie ciao

    • Roberto Chiappa

      Ciao Giulio,
      il Bryton Rider 330 racchiude tutte le funzionalità del 310, e in più offre la trasmissione WiFi verso il profilo Bryton o Strava, la bussola elettronica e la possibilità di seguire un percorso pianificato e disegnato mediante la Bryton App.
      Qui il nostro articolo di presentazione del 330 e 530: http://www.tech-cycling.it/nuovi-gps-bryton-rider-330-530/.
      Per qualsiasi altra delucidazione, rimango a disposizione.
      Sportivissimi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

  38. Valerio D'Orazio

    Ciao a tutti. Il BRYTON 310 calcola la potenza in assenza di un misuratore esterno di potenza? Ossia ha un algoritmo interno che gli permette di calcolare la potenza in base alla velocità, pesi del ciclista e della bici, pendenza della strada, cadenza di pedalata e altri parametri?
    Grazie
    Valerio

    • Roberto Chiappa

      Ciao Valerio,
      il Rider 310 non ha un algoritmo per il calcolo della potenza teorica in assenza di un powermeter.
      Però se esporti il file .FIT sul tuo profilo web Bryton, mostrerà dei valori teorici, puramente indicativi.
      Lo stesso accade se esporti su Strava e hai un profilo utente “Premium”.
      Tieni presente che questi valori hanno un’approssimazione molto grossolana, la cui attendibilità non può essere elevata.
      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

      • Valerio D'Orazio

        peccato perchè io ne cercavo uno che lo facesse. Avevo un ciclosport che calcolava la potenza,. Non è molto indicativo della reale potenza però da una misura della prestazione. Questo BRYTON 310 mi sembrava proprio carino. Non è possibile che aggiornando il software possano inserire una tale funzionalità?
        Grazie
        Valerio

        • Roberto Chiappa

          Ciao Valerio,
          si può sempre provare a chiedere a Bryton, attraverso il distributore italiano CicloPromo Components, se riescono a fornire un dato del genere, anche in assenza di powermeter.
          Invieremo una mail all’assistenza di CicloPromo Components chiedendo lumi in proposito, anche se loro non ne sapranno nulla circa la possibilità dell’aggiornamnto.
          Però tentar non nuoce. Intanto si sottopone la cosa ai diretti interessati, poi stiamo a vedere l’evoluzione.
          A risentirci in seguito, buona serata e buone pedalate !!

  39. Buon giorno,

    Mi sono accorto che sul mio Rider 310 il dato ODO (anche se nelle impostazioni ho settato che faccia il cumulativo di tutto …l’alternativa è registrando) mi somma tutti i km mentre è in funzione ma quando lo spengo i Km fatti quando non registravo il giro ma ero in pedalata libera non vengono salvati e sommati nel dato ODO. Vi risulta la cosa?

    grazie Stefano

    • Roberto Chiappa

      Ciao Stefano,
      il funzionamento del Rider è esattamente quello che hai descritto.
      Se nelle impostazioni hai messo ODO “Tutto”, il Rider somma ogni percorso registrato, anche se poi questo viene cancellato dalla memoria.
      Se invece il parametro è “Registrando”, il dato ODO considera solo i percorsi presenti in memoria, ed è pertanto variabile in funzione delle cancellazioni che si andranno a effettuare sul dispositivo.
      Il valore ODO non considera nel computo le pedalate libere, cioè quelle non registrate dal dispositivo.

  40. …dimenticavo di chiedere …è possibile collegare il Rider 310 con bluetooth ad un smartphone Nokia con supp. windows? ..per vedere le telefonate in entrata. Io ho cercato l’App per Windows phone senza successo!!

    grazie Stefano

    • Roberto Chiappa

      …purtroppo l’App Bryton non funziona con sistemi operativi Windows, ma solo Android e iOS.
      Forse Bryton rilascerà un aggiornamento, ma al momento non si sa ancora nulla.
      Sinceri saluti, e un cordiale augurio di buone pedalate !!

      • Grazie mille per le risposte ed approfitto per un’ultimo dubbio;

        Io uso il rider 310 con sensore velocità e cad. presenti su telaio GIANT, attivo perciò il satellite poche volte, con una carica di batteria faccio 25/28 ore circa 8-10 uscite…usando la funzione “registrazione del giro” scarico più velocemente la batteria che con la funzione pedalata libera” ed la durata delle mia carica è nella norma secondo voi usando poco il satellite?

        grazie ancora Stefano

        • Roberto Chiappa

          Ciao Stefano,
          il Rider consuma maggiormente la batteria quando è attivo il parametro “Piena potenza” (si setta dal menu “Impostazioni” – “Generale” – “GPS”), mentre con il parametro “Risparmio energia” si hanno dati meno precisi nella velocità istantanea ma un maggiore risparmio della batteria.
          Volendo economizzare ulteriormente la durata di una carica, si può settare il parametro “Off”, che disabilita il segnale satellitare. In questo caso la distanza viene rilevata solo da sensore velocità.

          C’è pochissima differenza nel consumo batteria tra la registrazione di un giro e la pedalata libera, perchè la batteria deve comunque alimentare le funzioni di ricezione segnale dai sensori.
          La durata da te rilevata di 25-28 ore mi pare congrua con l’utilizzo dei sensori cadenza e velocità.
          Sempre a disposizione, ti auguro buona serata e buon pedalate !!

  41. ciao Roberto ,ho bisogno della tua ifinita conoscenza nel Bryton 310 mi e’ sto to chiesto di installare BRYTON WORKOUT, che nella foga ho installato ma non so’ neanche cose’ ho fatto una cavolata? dal momento che non ne trovo nassuna traccia? un saluto e di nuovo tanti comlimenti

    • Roberto Chiappa

      Ciao Egidio,
      non devi assolutamente preoccuparti di ciò che hai fatto, non causa alcun danno.
      Il Bryton Workout apporta una ulteriore gamma di esercizi selezionabili dal dispositivo quando vuoi effettuare un allenamento specifico (come per esempio recupero e mantenimento aerobico, ritmo, andatura, intervalli per le prove a tempo, intervallo di resistenza anaerobica).
      Nulla di preoccupante, è solo un piccolo valore aggiunto.

      Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore delucidazione tu abbia bisogno.
      Sportivi saluti, e buone pedalate !!

  42. Buonasera Roberto,
    Ho acquistato un bryton rider 100 e non riesco a disattivare il segnale di avviso quando la cadenza della pedalata scende oltre il limite impostato. Praticamente ogniqualvolta che smetto di pedalare si attiva il sensore di alert… è possibile intervenire soltanto su quella funzione? Come? Grazie per la cortese disponibilità

    • Roberto Chiappa

      Ciao Giuseppe,
      nel menu “Impostazioni” – “Esercizi” – “Avviso” troverai i parametri “Ora”, “Distanza”, “Velocità”, “Freq.Cardiaca” e “Cadenza”, ognuno con la possibilità di essere abilitato per il superamento della soglia superiore o inferiore, oppure disabilitato senza che nulla venga segnalato.
      A disposizione per approfondimenti, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !!

      • Ciao Roberto, grazie per la rapidissima risposta! Tuttavia la mia difficoltà consiste nel fatto che non so come impostare l’operazione di annullamento….il programma mi permette di impostare una cadenza minima pari a 1….quando non pedalo visualizza zero e si mette in funzione l’avviso….mi spieghi cortesemente come fare?

        • Roberto Chiappa

          Ciao Giuseppe,
          quando entri nel menu “Avviso” dovresti trovare ance il parametro “Off”.
          Confermalo con il tasto arancione, così il Rider non emetterà alcun avviso acustico.
          Per qualunque altro chiarimento, sono qui.

          • Grazie mille….ho selezionato off e ho disattivato…credo tutto anche l’avviso per la frequenza, ma va bene lo stesso….un ultima domanda: posso ricaricare il dispositivo con il cavo del cellulare è la presa di corrente o è preferibile utilizzare il cavo in dotazione tramite PC?

          • Roberto Chiappa

            Ciao Giuseppe,
            puoi ricaricarlo anche con il cavetto del cellulare, non c’è alcun pericolo per la tensione della batteria del Rider.
            Sportivi saluti, e come sempre… buone pedalate !!

  43. ciao roberto ho comprato il mese scorso un rider 100 e dopo poco si e’ rotto la micro usb. é in assistenza da 3 settimane io vado in ferie fine settimana e ritorno a settembre ti sembra normale non utilizzarlo. mi potresti dare il numero del centro assistenza.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Luigi,
      mi spiace moltissimo per quanto ti è accaduto.
      Non conosco il Centro Assistenza al quale l’avranno mandato, ma se provi a sentire Ciclo Promo Components (tel. 0423-1996363) credo che possano darti delle indicazioni in proposito.
      Se posso fare qualcosa, ben volentieri.

    • Ciao io ho lo stesso problema col 310 come te lo hanno risolto?

  44. Ho comprato il Rider 310 dopo la vostra revisione. Sono riuscito a riconoscere il MIOFUSE e il rilevatore di cadenz/velocita WAHOO. Non riesco a fare il pairing bluetooth con il mio iPhone 6. Lancio su dispositivo la funzione di pairing ma non succede nulla. Il Rider non vede l’iPhone e l’iPhone non vede il Rider. Sai aiutarmi. Grazie. Ciao.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Claudio,
      scusa se ti rispondo solo ora ma il tuo commento mi era sfuggito… 🙁

      La procedura di accoppiamento è molto semplice, si scarica l’App Bryton sullo smartphone, si accende il Rider e si attiva il Bluetooth, quindi si sceglie “accoppiamento”.
      Poi si accende lo smartphone, si attiva il Bluetooth, si attiva l’App Bryton e si sceglie di scansionare i device presenti.
      Non dovrebbero esserci problemi.
      Qui un video esplicativo, spero possa esserti utile.

      https://www.youtube.com/watch?v=2X5Fs0JBcGo

      Per qualsiasi ulteriore chiarimento, rimango a disposizione.

      Sportivi saluti, buona giornata e buone pedalate !!

  45. Buongiorno Roberto,
    dopo 20 giorni circa di utilizzo del Bryton 100, posso affermare che si tratta di un buon dispositivo anche se ho riscontrato delle criticità abbastanza fastidiose: la prima è che non è possibile escludere l’avviso acustico di una sola funzione, ad esempio la cadenza di pedalata lasciando attivo l’avviso della frequenza cardiaca, insomma si deve escludere tutto per evitare di sentire, ogniqualvolta si smette di pedalare, il cicalino della rpm, l’altra criticità è quella che il computer, talvolta, mi indica nell’allenamento ultimato e salvato, un valore di cadenza di pedalata massima superiore ai 200, il che mi sembra un dato assolutamente falso. Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata. Giuseppe

    • Roberto Chiappa

      Ciao Giuseppe,
      per quanto riguarda gli avvisi acustici hai ragione, o si escludono tutti oppure interviene sempre quello delle rpm, perchè per le pedalate non è possibile inserire il valore minimo “0”.
      Invece i valori di rpm apparentemente iperbolici derivano tutti da una situazione piuttosto frequente: quando la pedivella sinistra rimane coassiale per un certo tempo al fodero basso sinistro del carro, dove è alloggiato il sensore cadenza, si verifica un’altissima concentrazione del segnale, perchè il magnete delle pedivella sollecita anche per 3-4 volte al secondo il sensore cadenza. Capita sovente in discesa, se ci pensi è del tutto normale.
      La situazione migliora installando il sensore cadenza sul trave obliquo del telaio, ma non tutte le bici hanno un obliquo dimensionato per adottare questa soluzione.
      Per qualsiasi altro approfondimento, sono a disposizione.
      Sportivi saluti, buona giornata e buone pedalate !!

  46. Ciao roberto,ho da un paio di mesi comperato un bryton310t ultimamente mi sono accorto che mezza parte dello schermo e piu scura dell altra,vorrei sapere se la cosa e normale.
    ciao Pierluigi.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Pierluigi,
      non è affatto normale che ci sia una parte scura nello schermo. Potrebbe essere un problema di cristalli liquidi.
      Prova a scrivere a info@ciclopromo.com segnalando la cosa, magari unendo anche una foto esplicativa.
      Per qualsiasi altro chiarimento, resto a disposizione.
      Sportivi saluti !!

  47. ti ringrazio della tua disponibilita.ciao e buon lavoro.
    pierluigi.

  48. Salve,

    complimenti per l’utilissima recensione e per tutte le risposte ai lettori.
    Ho da pochi giorni acquistato un Rider 310T senza sensore di velocità. Al momento mi ritengo più che soddisfatto.
    Non riesco a tarare in maniera corretta l’altitudine iniziale. Ho messo il valore iniziale (casa mia) e lasciato inalterato posizione 1-5. Ora, guardando i dati riepilogativi sul sito bryton non corrisponde l’altitudine iniziale. Anzi, due uscite due valori diversi (138 e 147 invece di di 127). Ho sbagliato qualcosa oppure differenze di questo tipo sono normali?
    Le zone 1-7 del battito cardiaco a che valori percentuali della frequenza max corrispondono?

    Penso che comprerò il sensore di velocità. Mi pare piuttosto ballerino il dato. Non solo in gallerie. Anche in strade alberate o di montagna.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Stefano,
      per quanto riguarda l’altitudine iniziale, il Rider non la rileva automaticamente dalla “posizione 1” che hai impostato.
      Ogni volta che lo si accende, prende il valore dal sensore barometrico, il che può differire dal punto in cui ti trovi.
      Se parti sempre dallo stesso punto (posizione 1), devi andare ogni volta nel menu “Impostazioni” – “Altitudine” e confermare la “Posizione 1”. Così il Rider assume quel valore come iniziale. In pratica, ogni volta devi effettuare il set-up manuale del parametro.

      Rilevamento velocità: è un po’ ballerino, siamo d’accordo. Con il sensore non ci sarà più alcun problema.

      Frequenza cardiaca: se vai sul sito Brytonsport e ti colleghi con il tuo user, entra in “Settaggio” (è la riga di comandi in alto).
      Scegli “Settaggi personali” e ti si aprirà un menu, sulla sinistra. Se clicchi sulla freccia “Battito cardiaco massimo” si apre un menu a tendina dove sono indicate le zone FC e le percentuali relative.
      La zona 1 corrisponde al 59%-74% della FC max.
      La zona 2 corrisponde al 74%-80% della FC max.
      La zona 3 corrisponde al 80%-85% della FC max.
      La zona 4 corrisponde al 85%-91% della FC max.
      La zona 5 corrisponde al 91%-93% della FC max.
      La zona 6 corrisponde al 93%-96% della FC max.
      La zona 7 corrisponde al valori superiori al 96% della FC max.
      Tutti questi parametri, impostati di default da Bryton, sono modificabili da parte dell’utente, solo che non si riescono a trasferire sul Rider perchè l’applicazione Bryton Bridge, deputata all’aggiornamento dei device, non è compatibile con i Rider serie 100-200-300-500.
      Sicchè puoi modificare le percentuali, anche di LTHR, MAP, FTP, ma le modifiche rimangono impostate sul profilo Bryton, mentre sul Rider continuerai a vedere quelle impostate come default dalla Casa taiwanese.
      Non molto elegante, direi… 🙁
      per qualsiasi ulteriore approfondimento, sono a disposizione. 😉
      Saluti, e un augurio di buone pedalate !!

      • Grazie per la risposta.

        Per quello che riguarda l’altitudine iniziale ho provato a impostare manualmente. Ho messo 127 (il dato corretto) sia in altitudine che in posizione 1. Su bryton appare 140.
        Non so, forse ho fatto l’impostazione prima che il segnale gps fosse attivo. Riproverò lunedì 🙂

        • Roberto Chiappa

          Ciao Stefano,
          considera che la rilevazione altimetrica da parte del Rider avviene ogni secondo, per cui quando la imposti è sicuramente quella, ma può variare al mutare delle condizioni esterne, soprattutto negli istanti seguenti all’accensione del dispositivo (è sufficiente un po’ di vento, o passare in un tratto ombreggiato per determinare una variazione di pressione atmosferica).
          Sportivi saluti, e buone pedalate !!

  49. Ciao, delle volte riesco a collegarlo ma non riesco a trasferire i percorsi sullo smartfhone

    • Roberto Chiappa

      Dipende dall’App Bryton, molto spesso va in “timeout” e non riesce a completare l’operazione.
      Settimana scorsa Bryton ha rilasciato una nuova App che sembrerebbe più stabile. Se non l’hai già scaricata, provala perchè dovrebbe migliorare la funzionalità del trasferimento percorsi.
      Restiamo a disposizione per qualsiasi approfondimento in merito.
      Sportivi saluti, e comunque sia… buone pedalate !!

      • Grazie della risposta, ho scaricato la nuova versione, ma non va.. non capisco proprio cosa posso fare per risolvere…

        • Roberto Chiappa

          Ma il trasferimento dei percorsi non ha mai funzionato, oppure qualche volta è andato a buon fine?

          • prima dell’ aggiornamento avevo caricato un percorso, ieri ho provato a caricarne un altro, ma non ci sono riuscita, stamattina ho aggiornato l’app ma non riesco a caricare i percorsi…

          • Roberto Chiappa

            Qual’è il messaggio di errore che appare?

      • Ciao,ho scaricato la nuova app,perché non riesco piu ad aprire la vecchia(mi da connessione internet assente, riprovare) ma laconnessione c’è!
        Ma mi sa che non è collegata al sito bryton sport,perche ho salvato unatraccia dal bryton alla nuova app,ma non tisulta sul sito . chedevo fare?
        Grazi ,giuseppe

        • Ciao Giuseppe,
          credo che sia un problema di App Bryton, non imputabile a te, se hai installato correttamente la nuova versione di App.
          Molto probabilmente i tecnici Bryton la stanno aggiornando. Prova dunque a ripetere l’aggiornamento della App, può darsi che prima o poi ci sia la versione funzionante.
          Spiace constatare che Bryton non fornisca alcun avviso in merito a questi “lavori in corso” sulle App.
          Buona continuazione, e comunque sia… buone pedalate !!

  50. il bryton risulta collegato, ma non visualizza e non carica i percorsi, non mi da nessun messaggio, sto provando da ieri in ogni modo, ma nessun buon risultato

    • Roberto Chiappa

      Urka… situazione di completo black-out… veramente strano, perchè se lo smartphone vede il Rider, dovrebbe vedere anche i percorsi memorizzati.
      Prova a sentire l’assistenza di CicloPromo Components (info@ciclopromo.com – tel. 0423-1996363), di solito sono molto gentili.
      Se possiamo essere utili in qualche modo, ben volentieri.
      Poi se riesci a risolvere la situazione, scrivi qui la soluzione, può tornare utile a tutti. 😉
      Sinceri saluti, a risentirci in seguito.

      • Non so come ho fatto, ma ora è collegato, ed ha caricato anche i percorsi…
        boo stranezze… grazie dell’aiuto..

        • Roberto Chiappa

          Di nulla, ci mancherebbe.
          Ogni tanto questi sofisticati congegni non riescono a interfacciarsi con il software…
          Vabbeh, facciamocene una ragione…
          Alla prossima, e buone pedalate !!

  51. Approfitto ancora della tua gentilezza.

    FcMax e LTHR. Ho impostato 174 come FcMax e lasciato vuoto LTHR. Il bryton ha assunto 172 come valore di LTHR. Ora, se vado a vedere le 7 zone di LTHR nel settaggio personale vedo che la zona 6 è tra 102% e 105% e la 7 oltre 105%. Zona 6 e zona 7 non verrebbero da me mai raggiunte. Perchè è stato assunto un dato come 172? (a prescindere dal fatto che è un valore per me, personalmente, troppo alto; sarò sui 166/167)

    Faccio notare che il dislivello di un percorso pianificato nel sito bryton e il dislivello dello stesso percorso effettivamente eseguito col rider 310 è molto diverso. Risulta decisamente più alto il pianificato dell’eseguito. Per esempio 1547 contro 1128.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Stefano,
      172 è il battito cardiaco al limite dell’acido lattico, e viene calcolato come valore di “default” per la zona 4 della LTHR, che rappresenta la mediana tra le 7. Puoi sempre modificarla sul tuo profilo Bryton, in modo che poi le analisi dei percorsi siano calibrate su quel valore.

      Per quanto riguarda le difformità relative al dislivello pianificato rispetto a quello reale, dipende dalle mappe utilizzate dai sistemi di calcolo. Anche altri applicativi forniscono dislivelli errati, fino anche al 50% del reale. Finchè non li perfezionano, dobbiamo tenerli così, prendendo i valori altimetrici come approssimativi.

      A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti invio i miei più sinceri saluti. 🙂

  52. buonasera a tutti io ho un Bryton 330t
    mi indica anche la funzione temperatura , mi sapreste dire gentilmente come si fa per farla apparire ?
    grazie MAURIZIO

    • Roberto Chiappa

      Ciao Maurizio,
      devi andare nel menu “Impostazioni” – “Esercizi” – “Pagina dati” – “Pagina dati manuale” e selezionare la voce “Temperatura”, mettendola alla posizione in griglia che preferisci.
      A disposizione per ulteriori delucidazioni, ti auguriamo buone pedalate !!

  53. Ciao roberto ho aggiornato oggi il 310, sai che novità sono state implementate?
    Ho trovato alcuni file di percorsi in formato tcx o gpx, sai se si possono inserire nel bryton?
    ciao grazie

    • Roberto Chiappa

      Ciao Walter,
      la nuova App riesce a far comunicare direttamente il Rider con Strava. In buona sostanza, puoi caricare i file FIT registrati dal Rider a Strava senza doverli copiare sullo smartphone o sul PC. Diciamo che simula la funzionalità wireless.
      I file che hai trovato in formato TCX e GPX servono al Rider 310 per la sezione del training e del Bryton Workout. In pratica, puoi replicare gli esercizi che ti vengono suggeriti, senza tuttavia poterne seguire la traccia sul percorso, perchè il 310 non ha la funzionalità direzionale.
      Per qualsiasi approfondimento, resto a disposizione. 😉
      Sportivi saluti, e come sempre… buone pedalate !!

  54. Il formato gpx usando l app oruxusmap ti fa vedere i tracciati ,speravo nel 310 ma come dici tu non può farlo.
    Ho visto che la nuova app ti da possibilità di caricare un percorso, questo cosa significa.
    Ciao grazie.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Walter,
      puoi caricare i percorsi sul 310 solo per replicare l’allenamento con Bryton Workout e i vari esercizi del training.
      Considera che l’App supporta anche il Rider 330 e il 530, che hanno le indicazioni per la direzione da seguire, mentre il 310 non le ha.
      A risentirci prox, buone pedalate !! 🙂

  55. scusa ma non capisco bryton workout è un programma sul sito della brytoan, per ….

  56. Ciao Roberto,
    io ho un modello 210 e nel display la temp esterna è ferma a 7° mentre poi nello scarico dei dati è corretta.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Alessio,
      il Rider 210 non lo conosco nel dettaglio, ma non dovrebbe differire moto dal Rider 100 e dal 310.
      Strano che il display mostri sempre 7°C e invece la registrazione avviene correttamente. Non saprei dare una spiegazione al fenomeno, perchè se il termometro interno fosse rotto, nella registrazione avresti dati costanti, tutti uguali. Ma se il termometro non è rotto, la visualizzazione deve essere giusta. Forse si è guastato il firmware che aggiorna il dato della temperatura. Prova a rifare l’aggiornamento del Bryton Update Tool, magari risolve il problema.
      A disposizione per qualsiasi approfondimento, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate, 🙂

  57. Gentile Roberto, ho scaricato la nuova app bryton, ma non riesco a configurarla con il mio rider 310. Infatti appena inserisco il numero a 16 cifre che compare sul retro del device mi viene comunicato che l’operazione è impossibile poiché questo numero è già associato ad un account. In effetti io uso la vecchia app. Ho provato di tutto, disinstallare l’una, l’altra, entrambe le app e reinstallare. Niente da fare. Ha qualche idea sul da farsi? La ringrazio. Renato Fantoni

    • Roberto Chiappa

      Ciao Renato,
      nella tua situazione l’unica cosa possibile è rivolgersi all’assistenza Bryton, che provvederà a cancellare dal proprio database il tuo vecchio profilo, rendendo in tal modo possibile la creazione di quello nuovo.
      L’inconveniente, infatti, non dipende dalla tua App, ma dalla registrazione effettuata la prima volta sul database Bryton.
      Contatta CicloPromo Components (info@ciclopromo.com – tel. 0423-1996363) e chiedi loro di sbloccare il tuo profilo cancellando il vecchio account. Non credo vi sia altro modo per risolvere la cosa.
      Per qualsiasi ulteriore approfondimento, resto a disposizione.
      Sportivi saluti, e comunque sia… buone pedalate !!

  58. Salve,nell’ultima uscita,ho notato una differenza di quasi 8km in più,(sui 200 percorsi) sul mio bryton310T(completo anche di speedsensor), rispetto al garmin 810.Da cosa può dipendere?Il gps era impostato a piena potenza.
    potrebbe dipendere dal funzionamento di gps e speedsensor in contemporanea?

    grazie

    • Roberto Chiappa

      Ciao Marco,
      la discrepanza potrebbe dipendere dalla differente interpretazione dei punti del percorso tra l’algoritmo di calcolo Garmin e Bryton.
      Questo, chiaramente, a parità di sensore velocità e circonferenza ruota impostata per il calcolo della distanza.
      Tu hai riscontrato valori differenti comparandoli sui due device, oppure hai scaricato i percorsi su un web-service (Strava, Garmin Connect, ecc) e li hai visti lì? Se li hai visti sul web, è molto difficile avere la coincidenza tra due GPS diversi, e questo vale non solo per Bryton ma per qualsiasi altro brand.
      Resto a disposizione per approfondimenti.
      Sinceri saluti, e come sempre… buone pedalate !!

      • Grazie x la rapida risposta.i valori li ho visti sul dispositivo.io col bryton,il mio amico col Garmin.abbiamo pedalato sempre vicinissimo x 200km.avevo avviato alla partenza,anche Strava ed i km che ha rilevato,sono corretti (200,10).la misura ruota del bryton è quella presente in tabella x ruota 700×23.magari è poco precisa?mi conviene misurare col metro il giro ruota?(misurazione classica valvola a 90* ecc..)

        • Roberto Chiappa

          Ciao Marco,
          se hai diversità di km con il tuo amico dotato di Garmin, può trattarsi con ogni probabilità di una diversa misura della circonferenza ruota.
          Accertati che la tua, sul Bryton Rider, sia stata misurata esattamente al mm, non con tabelle indicative, che approssimano una misura che difficilmente sarà uguale alla tua (dipende da vari fatori, quali tipo di copertoncino, camera d’aria, pressione, peso del ciclista). Anche il tuo amico dotato di Garmin dovrà fare lo stesso. Allora potrete comparare le distanze rilevate con i sensori sulle vostre rispettive bici.
          Per qualunque altra cosa tu abbia bisogno, sono a disposizione.
          Saluti, buon set-up e soprattutto… buone pedalate !!

          • Grazie.appena possibile inserirò manualmente i valori ruota.Altra domanda.Il sensore velocità entra in funzione in modo automatico quando il gps nn riceve?Lo chiedo perchè ho visto che vi è anche la possibilità di disattivarlo .
            Inoltre, i sensori della seconda bici(ho comprato sensore velocità x la mtb),vengono rilevanti anch’essi in automatico senza doverli attivare ogni volta?ho notato che nn cambia da bici 1 a bici 2(sul display)

            grazie

          • Ciao Marco,
            il sensore velocità può essere indicato come prioritario (in tal caso la velocità viene sempre calcolata dal segnale del sensore, e in caso di mancata ricezione verrebbe presa dal GPS) oppure come secondario (entra in funzione solo quando non c’è segnale GPS). E’ consigliabile la prima soluzione, perchè ben difficilmente verrà a mancare il segnale ANT+ tra sensore e Rider.
            Quando cambi bicicletta, dal Profilo 1 al 2, il Rider riconosce il sensore velocità, ma devi indicare tu che stai utilizzando il Profilo 2. Vai nel menu “Impostazioni” – “Profilo” – “Profilo bici” – “Panoramica” e seleziona “Bici 2”. A quel punto tutti i dati registrati dal Rider saranno calcolati per la Bici 2.
            A risentirci prox, buon divertimento !!

  59. Ciao Roberto,
    Sto per munirmi del Raider 310T, ma ho prima voluto leggere tutta la recensione e tutte le domande/risposte, ed ora sono più convinto di prima.
    Ho bisogno anch’io di un chiarimento: visto che la velocità è calcolata tramite il segnale GPS, in assenza di esso si perderà questo dato, tipo in montagna, dove la MTB trova il suo naturale inserimento.
    Questo rischio non è un po’ troppo fastidioso, o sono io che mi sto tirando paranoie inutili?
    Certo si risolve il tutto con il doppio sensore opzionale che però non costa affatto poco!
    Per un apparecchio così sofisticato, mi è sembrata una scelta tecnica strana.
    Ne approfitto per i doverosissimi complimenti, credo che sul web non ci sia nulla di più dettagliato ed approfondito.
    Grazie
    Gio.

    • Ciao Gio,
      ti ringrazio per i complimenti, la recensione è stata arricchita nel tempo da tutti i commenti e i quesiti degli utenti, e anche se leggerli richiede tempo, forniscono un aiuto prezioso.
      Il dato rilevato dal Rider relativo alla velocità istantanea è un po’ ballerino in alcuni frangenti, per cui se vuoi avere sempre il dato esatto devi munirti di sensore velocità. In assenza totale di segnale GPS, come nelle gallerie, senza sensore velocità non si può avere nemmeno il calcolo della distanza esatta.
      Tuttavia, quando il segnale GPS è debole ma non del tutto assente, come nei boschi, la velocità istantanea indicata è aleatoria, ma la distanza e il dislivello vengono calcolati esattamente nel momento in cui il segnale GPS recupera vigore, pertanto non si perde nulla.
      Il doppio sensore velocità+cadenza Bryton è un po’ costoso, ma puoi sempre orientarti verso altri prodotti più economici, purchè compatibili ANT+.
      Ovvio che sarebbe stato meglio disporre di una versione Bryton Rider con doppio sensore, ma Bryton non ha voluto seguire la strada di altri produttori, e quindi a noi, purtroppo, non resta che arrangiarci diversamente.
      A disposizione per qualsiasi approfondimento, ti auguro buone pedalate !!

      • Che lampo! dì la verità, che stavi aspettando giusto la mia domanda per rispondere subito!
        Oso troppo se ti chiedo un consiglio su un sensore di velocità affidabile che non costi troppo? Sai, la storia di perdere dei dati per strada un po’ mi scoccia, ma per me son tutti uguali 🙁
        Grazie 1000
        Gio.

        • Ciao Gio,
          rispondo sempre ai quesiti quando ho un attimo di tempo, non guardo mai l’orologio.
          Un buon sensore combinato velocità+cadenza è il Garmin, si trova a prezzi ragionevoli anche su Amazon oppure Ebay (sul sito ufficiale Garmin si trova invece a prezzo pieno di listino).
          Molto simile, anche nelle performance, il Whaoo. Anche per questo si può spulciare il web in cerca del miglior prezzo.
          Anche il sensore combinato della Mio Cyclo può andare bene. Lo si trova sul web a prezzi decenti.
          Il sensore cadenza+velocità b’Twin è invece compatibile solo con protocollo Bluetooth, quindi non è da considerarsi utile alle esigenze dei device ANT+. Inoltre, dai commenti degli acquirenti, sembra avere qualche problema di funzionamento.
          Resto a disposizione per ulteriori approfondimenti. 🙂
          Un saluto e un augurio di buone pedalate !! 😉

  60. Do’ subito un’acchiata ai sensori che mi hai suggerito e ti ringrazio, ma dici che approfitto troppo della tua disponibilità se ti faccio un’ulteriore domanda?
    Io ci provo:
    Quanto sono validi i programmi di allenamento inseriti?
    Nel senso che si, non sono un professionista, ma mi piacerebbe entro la prossima estate riuscire a raggiungere un buon livello, questi potrebbero aiutarmi?
    Grazie e ti prometto che per oggi ti lascio in pace 😉

    • Ciao Gio,
      nessun disturbo, figurati. Sono qui anche per questo.
      I programmi di allenamento precaricati sul Rider non sono male, possono essere utili in molte circostanze, anche se naturalmente non possono coprire le esigenze di tutti i ciclisti.
      Però sono modificabili nella durata di ogni fase dei vari esercizi (non nella struttura), e con un po’ di dimestichezza si può imbastire un soddisfacente programma di allenamenti periodici.
      A disposizione per ulteriori chiarimenti, ti auguro buon divertimento. 🙂

      • Il 2 settembre potevo mancare?
        faccio un po’ di spirito cosi mi rispondi senza lanciarmi maledizioni.

        Parlando dei programmi di allenamento, se ne possono creare ex-novo sulle proprie esigenze?

        Grazie 1000
        Gio.

        • Ciao Gio,
          purtroppo nel Rider non si possono creare nuovi allenamenti, ma solo utilizzare gli schemi precaricati, modificandoli (volendo) nella durata delle varie fasi.
          C’è da dire che Bryton aggiorna anche il “Workout”, cioè quella parte applicativa che integra gli esercizi e il training, per cui ci si augura di avere un ventaglio sempre più ampio di proposte di allenamento.
          A risentirci in seguito, un saluto e un augurio di buone pedalate !! 🙂

  61. Ciao Roberto,il 310 a una miriade di dati che può visualizzare durante le uscite, (bellissime)ma c’è il modo di riceverli sul PC?
    So’ che il 310 ti permette di comparare solo l ultimo percorso, ma come fai a vederlo ,senza usare cel o pc?
    Ciao grazie

    • Ciao Walter,
      scusa se rispondo solo ora ma sono stato via tutto il giorno.
      Puoi comparare i dati dell’ultimo percorso con quelli attuali solo se registri l’ultimo percorso con la funzione “Lap”.
      Allora quello attuale effettuerà una comparazione con i valori registrati, e potrai vederli nelle ultime due schermate del 310, riservate alle “Frazioni”.
      Buona serata, e buone pedalate !!

  62. Ciao, possiedo un Galaxy Core Prime. Non riesco ad abilitare la funzione CHIAMATE IN ENTRATA, pur associando correttamente il dispositivo al telefono tramite l’applicazione. Scarico perfettamente le tracce ecc…ma non capisco proprio come ricevere l’avviso delle chiamate in entrata. Inoltre ho notato che quando tento di associare il dispositivo DAL TELEFONO, il Bryton 310 si riavvia

    • Ciao Michele,
      se sei riuscito ad accoppiare il Rider con il tuo smartphone, non dovresti avere problemi nel visualizzare sul Rider le notifiche delle chiamate in entrata.
      Abilita sul Rider la funzione Bluetooth. Se l’hai già accoppiato allo smartphone, non occorre fare altro, altrimenti avvia l’App sullo smartphone per effettuare l’accoppiamento. Quando è fatto, puoi chiudere l’App sullo smartphone, lasciando impostato “Bluetooth ON” sul Rider.
      Il malfunzionamento da te denunciato deriva da una versione non corretta dell’App, non è colpa tua. Bryton sta lavorando continuamente sull’App e qualche loro aggiornamento non è proprio impeccabile…
      Pertanto è consigliabile effettuare di tanto in tanto un aggiornamento dell’App, per vedere se è tutto OK.
      Resto a disposizione per qualsiasi altro chiarimento.
      Un saluto e un augurio, comunque, di buone pedalate !!

      • Niente…mi dispiace tantissimo non poter visualizzare l’avviso di chiamata! Forse dovrei provare ad aggiornare il dispositivo. Una domanda, nello specifico cosa dovrebbe comparire come avviso di chiamata sul dispositivo?

        • Ciao Michele,
          il problema sta nella versione dell’App che Bryton ha rilasciato di recente. Funziona solo per alcuni smartphone. La versione precedente funzionava per tutti.
          Credo comunque che effettueranno altri aggiornamenti per ovviare a questo inconveniente, per cui è solo questione di tempo, con un po’ di pazienza da parte nostra si risolverà tutto.
          Quando l’App funzionerà, sul display del Rider comparirà il simbolo del telefono e la scritta “Telefonata in arrivo”.
          Tieni duro, prima o poi Bryton sistemerà la faccenda. 😉
          Buone pedalate !!

  63. ciao da poco ho acquistato il rider 310 T
    io non riesco a visualizzare la FC in % costante qualcuno sa dirmi qualcosa in merito . grazie

    • Ciao Filippo,
      la FC è espressa sempre in valore unitario (es. 170 bpm, battiti per minuto), e ciò vale per la FC attuale, la FC media e la FC massima.
      C’è poi la percentuale della FC max (MHR%) e la percentuale di FC alla soglia del lattato (LTHR%) relative alle 7 zone che suddividono idealmente la capacità metabolica.
      Inoltre, per ciascuna frazione (lap) del percorso, si può visualizzare la percentuale della FC media.
      Non credo che il Rider calcoli e visualizzi altre percentuali inerenti alla Frequenza Cardiaca.
      Per qualsiasi altro chiarimento, resto a disposizione.
      Sinceri saluti, e come sempre… buone pedalate !!

  64. Ciao , grazie x la risposta,i dati sul PC poi li ho trovati.
    ho notato che per la pendenza , non viene registrato il dato pendenza massima, ma solo la media della salita o discesa ,sai potrà essere implementato,?
    Ciao e grazie

    • Ciao Walter,
      la pendenza viene sempre indicata sul riepilogo come valore medio tra due punti.
      Purtroppo non so dirti se il Rider arriverà anche a memorizzare la pendenza massima. All’atto pratico non è difficile, si tratta solo di effettuare una comparazione tra due fattori, come avviene per la velocità (attuale e massima). Ed è un dato sicuramente utile.
      A risentirci prossimamente, buone pedalate !! 😉

  65. Buongiorno, avete per caso provato il Bryton per escursioni in montagna a piedi?
    Avendo testato più volte lo strumento a piedi, ho notato un calcolo altimetrico completamente sbagliato; in media circa la metà del reale dislivello positivo, confrontato in parallelo con un Garmin Edge500 che invece ha segnalato tutte le volte il dislivello corretto. Ho portato il campionamento delle registrazione del Bryton a 1 secondo ma niente, dislivello ancora sbagliato. Provato in bicicletta il dislivello registrato è corretto. A questo punto mi viene il dubbio che la velocità di percorrenza possa influenzare la campionatura del dislivello. Ma per i tratti che in mtb, per esempio, siamo costretti a percorrere a piedi? Per quelle escursioni il dislivello sarà sbagliato. Cosa ne pensate? Grazie.

    • Ciao Fabrizio,
      ti ringraziamo per il tuo prezioso intervento, di grande utilità comune.
      Non abbiamo mai provato il Rider durante una escursione a piedi in montagna, situazione nella quale il device dovrebbe teoricamente funzionare in modo corretto.
      Nel corso del nostro test avevamo già denunciato il fatto che la cellula barometrica del Rider non fosse perfettamente isolata e che pertanto venisse parzialmente influenzata dai repentini cambi di temperatura. Infatti ci è capitato di accendere il Rider e trovare un’altimetria istantanea iniziale negativa, cosa molto difficile, a meno di trovarsi nella depressione del Mar Morto.
      Segnaleremo la cosa a Bryton, ma temiamo che, per come è stato costruito il Rider, il difetto da te denunciato sia conclamato e non eliminabile. Pertanto è ipotizzabile che nei tratti a piedi, utilizzando la MTB, ci possano essere delle discrepanze.
      Se provi a scaricare il percorso registrato su piattaforma Strava o profilo Bryton, il calcolo del dislivello dovrebbe risultare abbastanza aderente alla realtà. Certo che è un po’ una seccatura…
      Restiamo a disposizione per qualsiasi approfondimento. 😉
      Sportivi saluti, buone pedalate e anche buone camminate !!

  66. Ciao
    Ho aggiornato il mio nuovo 310
    Mia no trovo la schermata con le 8 finestre/dati
    Solo le 4
    Come posso fare x modificare schermo
    Grazie mille in anticipo
    Ciao

    • Ciao Giulio,
      per modificare il numero di dati visualizzabili in ogni schermata devi andare nel menu “Impostazioni” – “Esercizi” – “Pagina Dati” e selezionare la seconda voce “Pagina Dati” (la prima serve per stabilire la gestione automatica o manuale delle pagine).
      Compariranno quindi le voci “Pagina Dati1”, “Pagina Dati2″… fino alla 5.
      Selezionando ognuna di quelle voci, ti apparirà la schermata dove potrai indicare il numero di dati per ogni pagina, e successivamente le varie voci che potrai selezionare e che saranno visualizzate in ogni pagina.
      A disposizione per qualsiasi ulteriore approfondimento, ti auguro buone pedalate !!

  67. Buonasera,
    complimenti per l’ottima recensione, davvero completa. Sono indeciso se acquistare il 310t o il 530t, quali sono le differenze sostanziali?
    Grazie in anticipo.

    • Ciao Marco,
      ti ringraziamo per i complimenti, che accrescono ulteriormente la nostra passione per questo meraviglioso sport che è il ciclismo.
      Il Rider 530 possiede qualche funzione in più rispetto al 310 (qui la presentazione del Rider 330 e 530).
      Ha la bussola e quindi può seguire la traccia direzionale di un percorso precaricato.
      Ha il collegamento WiFi per effettuare l’upload immediato sul profilo Bryton o su Strava.
      Ha il display da 2.6″ anzichè 1.8″ e quindi arriva a visualizzare fino a 12 dati per ogni pagina.
      Chiaramente pesa un pochino di più e l’autonomia dichiarata della batteria è di 33 ore anzichè 36.
      E poi cambia il prezzo.
      Il resto è identico.
      Per qualsiasi ulteriore approfondimento, restiamo a disposizione.
      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

  68. buona sera vorrei sapere qualche info sul 310 t ……potrei usarlo anche nelle escursioni in montagna senza bici?rileva lo stesso km altezza dislivello pendenza ecc ecc….oltre ad usarlo in bici vorrei anche sfruttarlo nel fare trekking in montagna!!!grazie anticipatamente!!!!

    • Ciao Claudio,
      il tuo quesito riprende similmente quello posto da Fabrizio in data 8 settembre, leggibile nella coda dei commenti.
      Non abbiamo mai provato il Rider durante una escursione a piedi in montagna, situazione nella quale il 310 dovrebbe teoricamente funzionare in modo corretto.
      Nel corso del nostro test avevamo evidenziato come la cellula barometrica del Rider non fosse perfettamente isolata e che pertanto potesse venire parzialmente influenzata dai repentini cambi di temperatura. Infatti ci è capitato di accendere il Rider e trovare un’altimetria istantanea iniziale negativa, cosa molto difficile, a meno di trovarsi nella depressione del Mar Morto.
      Può dunque darsi che il dislivello istantaneo che il Rider 310 calcola durante una camminata non sia reale, al pari della pendenza (che è il rapporto percentuale tra dislivello e distanza).
      Nessun problema invece per il calcolo di tempo trascorso e distanza, così come per tutti gli altri dati.
      Se provi a scaricare il percorso registrato su piattaforma Strava o profilo Bryton, il calcolo del dislivello dovrebbe risultare abbastanza aderente alla realtà. Certo che è un po’ una seccatura…
      Restiamo a disposizione per qualsiasi approfondimento. 🙂
      Sportivi saluti, buone pedalate e anche buone camminate !!

  69. Ho da qualche mese il bryton 310, mi trovo benissimo, ma con l’appicazione vecchia caricavo le mie tracce direttamente al sito brytonsport, mentre con la nuova applicazione non avviene l’aggiornamento delle tracce al sito brytonsport; avete dei consigli su come allineare l’upload dell’ app a quella di brytonsport senza passare obbligatriamente per quel cesso di strava??? Grazie mille

    • Ciao Marcello,
      la versione più recente dell’App Bryton punta direttamente e inevitabilmente a Strava, per cui se hai un account Strava avrai notato che l’upload dei tracciati registrati viene effettuata su quella piattaforma e non su quella Brytonsport.
      In pratica, l’attuale App punta al profilo Brytonsport solo se hai effettuato la registrazione esclusivamente su quel sito. Se hai Strava, diventa prioritario quest’ultimo.
      Bryton sta lavorando per ovviare a questa situazione, prima o poi ci si augura che giungano a una soluzione.
      Per il momento, volendo effettuare l’upload su Brytonsport occorre affidarsi al metodo tradizionale, collegando il Rider alla porta USB.
      A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !!

  70. Ciao Roberto,
    potresti cortesemente indicarmi (approssimativamente) quale circonferenza della ruota dovrei riportare sul bryton 100? Ho caricato il dato presente nel manuale (2105 per i copertoni 28×25) ma non sono sicuro della correttezza…..se può essere utile il mio peso è di circa 60 kg….Grazie della preziosa disponibilità…Ciao.

    • Ciao Giuseppe,
      il valore della circonferenza di 2.105 mm che hai impostato è abbastanza vicino a ciò che può essere la realtà.
      Per avere la misura esatta, dovresti salire in bici, ponendo la valvola di gonfiaggio della ruota nel punto più vicino a terra.
      Segna quel punto sul terreno (P1) come inizio della misurazione, effettua un intero giro ruota (con te in sella), segna il punto in cui la valvola torna a essere più vicina a terra (P2), e misura la distanza in mm tra i punti P1 e P2.
      Quello è il valore esatto della tua circonferenza ruota.
      Ad ogni buon conto, se non hai necessità di estrema precisione, va benissimo impostare i 2.105 mm suggeriti dalla Casa.
      Sportivi saluti, e buone pedalate !!

      • Pardon!!!!il risultato è pari a 2080 mm…..imposterò il computer a 2100….dovrebbe andare bene così, sei d’accordo? Grazie mille per la pazienza!!!!

        • Ciao Giuseppe,
          se hai la circonferenza pari a 208 cm, è consigliabile utilizzare quel valore.
          Impostando 2 cm in più, ti ritroveresti con circa l’1% di differenza rispetto alla distanza reale.
          Cambio poco. Però, perchè cambiare? Se riesci a impostare 2080 mm, è sicuramente la cosa migliore.
          Per qualsiasi altra delucidazione, rimango a tua disposizione.
          Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

  71. Buona Sera, sto cercando di accedere con strava alla nuova app Bryton ma si blocca sulla schermata
    Server occupato / attendi – e li rimane anche per ore.
    Avete qualche suggerimento?
    Grazie

    Gianluca

    • Ciao Gianluca,
      può capitare, e ultimamente vediamo che non è cosa rara, che il server Bryton sia “down” per manutenzione da parte loro, evidentemente stanno aggiornando qualcosa.
      Non demordere, riprova saltuariamente e vedrai che funzionerà.
      Sportivi saluti, e comunque vada… buone pedalate !!

  72. Buonasera,
    non registrando il percorso fatto ma usando l’apparecchio come semplice conta km tramite gps con la visualizzazione immediata di velocità, pendenza, altitudine, tempo ecc., i km totali di una giornata, si sommano a quelli di un’altra e così via o, ogni giorno, ricomincio da 0 km?
    Il sensore velocità Cannondale IQ200 mi sa dire se è compatibile e se, quindi, il Bryton 310 lo riconosce?
    Grazie
    Flavio

    • Roberto Chiappa

      Ciao Flavio,
      se non avvi la registrazione del percorso, nel momento in cui spegni il Rider 310 non avrai più nulla che possa conteggiare distanza, tempo, e così via. Riparte sempre da zero.
      Per memorizzare i dati, e vederli nella Cronologia, devi registrarli.

      Cannondale IQ200: utilizza un segnale analogico wireless non codificato digitalmente, non è ANT+ e pertanto non può essere riconosciuto dal Bryton Rider.

      Sportivi saluti, e come sempre… buone pedalate !!

  73. Ciao Roberto,
    ho dei problemi con il mio Bryton 310 che è ancora in garanzia. Si è staccata la porta micro usb e quindi penso anche che si sia scollegato il filo interno perchè il ciclocomputer non ricarica più la batteria e non si collega più al pc.
    Come devo fare? Ho lo scontrino d’acquisto. Come faccio a contattare l’assistenza italiana?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Massimo,
      invia una mail a CicloPromoComponents SpA (info@ciclopromo.com), oppure telefona allo 0423-1996363 esponendo loro il problema.
      Ti diranno dove dovrai spedire il GPS per la riparazione o la sostituzione.
      Per qualsiasi altra delucidazione, rimango a disposizione.
      Sportivi saluti !!

  74. Ciao Roberto
    ho scoperto da poco il vostro bel sito! complimenti!!!
    Volevo porti una domanda da 10000000 dollari! ahahaha
    Tra un Garmin edge 25 e il bryton rider 310 quale ritieni più valido?
    grazie
    ciao
    Alessio

    • Roberto Chiappa

      Ciao Alessio,
      ti ringrazio per i complimenti, il nostro piccolo web-magazine è alimentato solo dalla passione.

      Avrai sicuramente letto attentamente tutte le caratteristiche del Bryton Rider 310 che abbiamo descritto nel nostro articolo, quindi non le ripeto.
      Il Garmin Edge 25, rispetto al Rider 310, è più piccolo e leggero, ha la funzione di “Live Tracking” via Bluetooth con lo smartphone, offre la possibilità di caricare un percorso per seguirlo tramite le indicazioni (anche se ovviamente non è cartografico), ha l’altimetro solo satellitare (il Rider l’ha barometrico), ha la batteria che dura 8 ore (contro le 36 del Rider 310) e costa più del Rider.
      Per il resto offre sostanzialmente tutto quanto ha il Bryton Rider 310, incluso sensore cadenza e velocità, fascia cardio. Il Garmin Edge 25 non si interfaccia però con i misuratori di potenza, cosa invece possibile con il Rider 310, e non ha il corredo di esercizi e training avanzato che ha invece il Rider.
      A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate.

  75. Ciao Roberto,
    grazie mille per la celerità nella risposta.
    Mi hai dato le conferme che speravo. Ho già un cartografico un pò vecchio ma di discreto livello , Xplova G3, che mi permette di fare la navigazione turn by turn ma aihmè ha la batteria che, se devo seguire una traccia di dura al max 6 ore, inoltre non è dotato di bluetooth cosa che trovo molto utile per evitare di usare sempre il pc. Quindi anche se non è dotato di cartografia e navigazione lo userei in tutte le uscite “normali” e anche in parallelo al mio cartografico quando dovrò seguire una traccia!!
    Allo sportler si trova sugli 80€ quindi direi un best buy!
    Ultimo quesito, anche se ho letto il tuo breve articolo. Spendere qualche decina di euro in più per il rider 330 ne vale la pena??
    grazie infinite

    • Roberto Chiappa

      Ciao Alessio,
      rispetto al Rider 310, il Rider 330 dispone di bussola e indicazioni direzionali per seguire il percorso (ma occorre creare il percorso dal sito Bryton, perchè il 330 non legge i file GPX nativi, li vuole in un suo formato), collegamento WiFi per sincronizzazione immediata su Strava, Training Peaks e Fit Track. Il resto è uguale.
      Decidi tu se queste caratteristiche aggiuntive possono essere utili e giustificare qualche “deca” in più rispetto al Rider 310.
      Sinceri saluti, e buone pedalate !!

  76. Flavio Masserano

    Ciao Roberto,
    ho usato per la prima volta il Bryton 310. Scaricando i dati sul pc vedo che, sotto la voce “pendenza”, mi appaiono solo due valori: pendenza dalla salita e pendenza della discesa (calcola una media totale del percorso?) mentre non appare la voce pendenza max, posso aggiungerla? Inoltre ho percorso il ritorno sulla stessa strada dell’andata e ho due valori diversi: 5% per la salita e 4% per la discesa, quale potrebbe essere il motivo?
    Grazie
    Flavio

    • Roberto Chiappa

      Ciao Flavio,
      la pendenza della salita e quella della discesa sono valori mediati con la distanza percorsa, per cui non sono particolarmente significativi dal punto di vista analitico ma solo da quello puramente teorico-statistico.
      Qualche applicazione web (es. Strava Premium) considera molto più dettagliatamente le salite, indicando anche la pendenza massima di ognuna di esse, per cui al termine del percorso si ha un’idea molto più reale di ciò che è il tracciato.
      Al momento l’applicazione Bryton non riporta la pendenza massima, ma solo quella media di salita e discesa. Non essendo personalizzabile, a noi non rimane che sperare in una evoluzione applicativa da parte dei programmatori Bryton, che magari la renderanno disponibile assieme ad altri parametri.
      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

      • Flavio Masserano

        Grazie per la tua cortese risposta. E per quanto riguarda la diversità’ nella registrazione tra andata e ritorno sempre riferita alla pendenza?
        Ciao
        Flavio

        • Roberto Chiappa

          Ciao Flavio,
          scusa se non ti ho risposto prima, mi è rimasta in sospeso.
          Il GPS non si accorge che sta percorrendo la stessa strada in senso opposto, per cui calcola il dislivello (e dunque la pendenza) ad ogni istante.
          Tuttavia la pressione barometrica tra andata e ritorno può cambiare, per cui il dislivello rilevato all’andata può differire (e nella maggior parte dei casi è proprio così) da quello rilevato al ritorno.
          A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti invio i miei più sinceri saluti.
          E come sempre… buone pedalate !!

  77. Ciao Roberto,
    Innanzitutto, complimenti e grazie per la dettagliatissima recensione del bryton e per tutte le info che ci fornisci! Volevo farti una domanda, sul bryton 310 è possibile impostare più di 1 avviso (esempio: la distanza e il range di FC o altro)? Inoltre, è possibile distinguere i tracciati percorsi dalla bici 1 da quelli dalla bici 2, sull’app o sulla visualizzazione on-line?
    Grazie in anticipo!!!!!

    • Roberto Chiappa

      Ciao Fabio,
      ti ringrazio per i complimenti, io e i miei collaboratori ci prodighiamo al massimo delle nostre disponibilità temporali.

      Avvisi acustici: nel menu “Impostazioni” – “Esercizi” – “Avviso” troverai i parametri “Ora”, “Distanza”, “Velocità”, “Freq.Cardiaca” e “Cadenza”, ognuno con la possibilità di essere abilitato per il superamento della soglia superiore o inferiore, oppure disabilitato senza che nulla venga segnalato.

      Allo stato attuale delle cose, nè l’App nè il profilo Bryton online riescono a distinguere se un percorso è stato registrato con il profilo “Bici 1” piuttosto che “Bici 2”. Però può darsi che nelle prossime release dell’App possa comparire anche questa distinzione.
      Per qualsiasi ulteriore delucidazione, rimango a disposizione.

  78. Salve, il Bryton 310T funziona anche al chiuso, quando pedalo sui rulli, a me servirebbe solo la funzione contapedalate e fascia cardiaca, grazie mille….

    • Roberto Chiappa

      Ciao Sebastiano,
      il Rider non riceve il segnale satellitare in ambienti chiusi, ma puoi sempre utilizzare tutte le altre funzioni del normale ciclocomputer e dei vari sensori collegati. Quindi puoi misurare la FC, le rpm, i Watt se hai anche il misuratore di potenza, l’eventuale velocità se hai un sensore ruota.
      A disposizione per approfondimenti, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate indoor !!

  79. salve,
    mi hanno regalato un Bryton rider 310, ancora devo “smanettare” per capire bene tutte le funzioni. Una domanda forse stupida, è possibile utilizzare questo ciclo computer come un navigatore, o è una funzione presente solo nei modelli 330 e 530? grazie mille!

    • Roberto Chiappa

      Ciao Vladimiro,
      purtroppo il Rider 310 non fornisce alcuna indicazione circa la direzione da tenere per raggiungere un determinato punto. Non prevede queste funzioni.

      Le indicazioni direzionali sono presenti solo sui modelli 330 e 530, oltre che sui GPS Bryton specificatamente cartografici.
      Restiamo comunque a disposizione per ulteriori delucidazioni.
      Sportivi saluti, e buone pedalate !!

  80. grazie ancora

    • Roberto Chiappa

      Di nulla, ci mancherebbe.
      Per qualsiasi altra tua necessità, saremo felici di poterti aiutare.
      Buone pedalate !!

  81. Ho acquistato un bryton 310 tre giorni fa e, separatamente, il relativo sensore di velocita’. Volevo domandare: a) e’ normale che il sensore di velocita’ non necessiti di magnete? b) durante le uscite(io ho disabilitato la funzione gps) la pendenza non viene rilevata. Per ottenere la visibilita’ di quel dato dovrei quindi attivare anche il gps?
    Mi scuso per l’alta ignoranza tecnologica dei miei quesiti, ma questo e’ se vogliamo il mio primo ciclocomputer “serio”.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Paolo,
      se hai acquistato il sensore di velocità originale Bryton, questi è corredato dal magnete, che va fissato a un raggio della ruota (vedi foto sotto).

      Se invece hai acquistato un altro sensore di velocità, non ha il magnete solo nel caso in cui il sensore sia dotato di accelerometro (come ad esempio il sensore Garmin).
      Per quanto riguarda la pendenza, viene rilevata dal Bryton attraverso la pressione atmosferica e la distanza percorsa, per cui la funzione satellitare potrebbe anche essere inibita nel caso in cui la distanza sia determinata dal sensore velocità.
      Resto a disposizione per ulteriori delucidazioni.
      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

      • Roberto in primo luogo, grazie per le celerita’ della tua risposta. Vorrei approfittare della tua gentilezza per porti un ultimo quesito. Ho usato per anni il vdom6, ma da quando utilizzo il 310 noto una certa sovrastima del chilometraggio totale (es: se in un ora di pedalata il mio target si aggirava sui 25 km, ora me ne trovo con due o tre in piu’). Ho tirato fuori dal cilindro doti che non pensavo di possedere o era il precedente contachilometri ad essere male impostato?
        Ps: ho provato ma anche con gps disattivato, la quota di pendenza non appare sul display

        • Roberto Chiappa

          Ciao Paolo,
          la differenza nella distanza scaturisce dalle diverse impostazioni dei due strumenti. Il VDO M6 necessita di un parametro fondamentale, che è la circonferenza ruota, mentre il Rider 310 può utilizzare il segnale GPS per calcolare la distanza o il valore della circonferenza nel caso di un sensore velocità (o anche nulla se il sensore è dotato di accelerometro). Se utilizzi soltanto il segnale GPS, la distanza è sempre inferiore a quella reale calcolata con il sensore velocità, e mai superiore. Questo perchè il segnale GPS interpreta il percorso come un insieme di punti uniti tra loro mediante segmenti di linea retta (se per esempio procedi rapidamente a zig-zag da un punto a un altro, il GPS traccerà comunque una linea retta, mentre tu avrai percorso in realtà qualche metro in più).
          Se vuoi ricondurre i valori a quelli del tuo precedente VDO M6, dovresti rivedere il valore della circonferenza ruota sul tuo attuale sensore velocità. Ma se utilizzi un sensore velocità dotato di accelerometro, non c’è nulla da fare, il valore rimane quello. Purtroppo vi sono notevoli differenze tra i sensori di una Casa produttrice e quelli di un’altra. Tocca farsene una ragione e utilizzare quelli del momento, senza tentare di uniformarli ad altri.

          Pendenza: verifico il funzionamento con segnale GPS disattivato, poi ti dico. 😉
          Sinceri saluti, e un augurio di buone pedalate !!

          • Roberto, you’re a great man

          • Avendolo ricevuto come regalo, ho associato al mio bryton un sensore di velocita’ Garmin (dotato appunto di accellerometro): secondo te come accoppiata puo’ funzionare? Ho potrebbe dare delle problematiche in quanto si tratta appunto di due marchi diversi?

          • Roberto Chiappa

            Ciao Paolo,
            problemi non ne da’ assolutamente, la misura determinata dal sensore velocità Garmin viene recepita correttamente dal Bryton Rider, poichè si tratta di due device che lavorano con frequenza 2.4 GHz.
            Lo scarto che hai notato tu rispetto al VDO M6 è imputabile al diverso sistema di rilevazione della distanza tra magnete e accelerometro.
            L’accelerometro è sempre piuttosto preciso, a meno che non sia stato tarato male in fase di costruzione e assemblaggio.
            Scrivi di avere notato una differenza del 10% tra il Garmin e il VDO M6. Ma sei proprio sicuro che il VDO avesse una misura perfetta della circonferenza ruota? Magari era lui che sottostimava e non il Garmin che sovrastima.
            Dovresti effettuare una comparazione con qualche tuo amico, assicurandoti però di avere un termine di paragone reale. Il che significa mettersi in sella, segnare a terra il punto di partenza della circonferenza ruota e, compiuto un intero giro di ruota, segnare il punto di arrivo. Quindi misurare la distanza in mm tra i due punti.
            Ci sentiamo prox, devo anche verificare il legame GPS off/pendenza.
            A presto !!

  82. In attesa di una tua risposta inerente il discorso di pendenza, ti ringrazio per la tua infinita pazienza.
    ps: ho eseguito la misurazione della circonferenza effettuando il test da te consigliatomi (e settato le varie opzioni riguardanti il peso, mio e della bici). Il chilometraggio totale e’ tornato ad assumere dei valori, se vogliamo, normali (ho aggiunto 4 mm ai 2110 da me rilevati. Anche se, come scrivevi tu sopra, comincio a credere pure io alla sottostima effettuata dal mio vecchio m6). In definitiva: se questo bryton 310 sta comincia col prendermi ogni giorno di piu’, una parte del merito e’ da imputare alla tua grande competenza 👍👍👍👍👍

    • Roberto Chiappa

      Ciao Paolo,
      ti ringrazio per i complimenti, davvero gentilissimo.
      Appena riesco a trovare un po’ di tempo per effettuare una salita in bici, provo il Rider senza segnale GPS e vediamo come si comporta.
      A risentirci prox !!

    • Ciao Paolo,
      ho verificato che l’assenza del segnale GPS non permette la rilevazione della pendenza, benchè sia presente il sensore velocità per la misurazione della distanza. Ritengo che si tratti di un piccolo malfunzionamento firmware.
      Ho avvisato via mail Ciclo Promo Components, che ha già contattato Bryton per avere spiegazioni in merito al difetto.
      Appena ho notizie da parte loro, ti avviso qui nei commenti.
      A risentirci in seguito !!

    • Ciao Paolo,
      ho ricevuto poco fa la risposta di Ciclo Promo Components, che ha interpellato direttamente i tecnici Bryton.
      Confermano che in assenza di segnale GPS (quindi “GPS off”) il Rider non calcola la pendenza, mentre rileva e registra l’altimetria, dato che scaturisce dal barometro atmosferico presente nel Rider.

      Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.
      Sinceri saluti, e buone pedalate !!

  83. Buongiorno,
    Vorrei sapere per cortesia se la mia fascia vecchia cardio del Polar C100 è compatibile con il bryton 310 che vorrei acquistare. Grazie. Guido

    • Ciao Guido,
      se non erro, il Polar C100 trasmette con una frequenza di 5 kHz, non compatibile con lo standard ANT+ di 2.4 GHz in uso a molti device, tra cui il Bryton Rider 310.
      C’è poco da fare, mi spiace. 🙁
      A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti invio i miei più sportivi saluti e un augurio di buone pedalate !!

      • Ciao Roberto mi ero dimenticato il sensore di velocità del Polar c100 e compatibile con il 310. Grazie ancora. Ciao

        • Ciao Guido,
          anche il sensore di velocità Polar C100 trasmette a 5 kHz, non si scappa.
          Purtroppo Polar, in passato, ha sempre tenuto uno standard proprio, non compatibile con il resto del mondo.
          Adesso si stanno maggiormente uniformando al Bluetooth e ANT+, ma prima c’era poco da fare.
          Sportivi saluti, e ancora buone pedalate !!

  84. Ciao Roberto ho scaricato la nuova app bryton e non riesco più a caricare i dati in strava puoi aiutarmi grazie

    • Ciao,
      la nuova App Bryton carica direttamente i dati su Strava senza passare per il profilo internet Brtyon.
      Che segnalazione di errore ti da’ quando tenti il caricamento?

  85. Ciao Roberto, buonasera. Innanzitutto ti ringrazio per la tua recensione che mi ha convinto a prendere un Rider 310. Ho il problema che nè il Mac nè il pc mi vede il computer quando lo connetto via usb per cercare di aggiornarlo.
    Sapresti mica darmi un aiuto?
    Grazie mille in anticipo!

    • Ciao Sandro,
      immagino che il tuo Rider funzioni perfettamente, quindi è da escludere un problema firmware del device.
      Sembrerebbe più un guaio legato alla porta USB, o al cavetto di connessione.
      Quale sistema operativo utilizzi sul PC ?

      • Ti ringrazio per la pronta risposta Roberto. Uso Windows 10. Ho provato su tutte le porte usb e ho cambiato anche il cavetto. Il pc mi risponde che non riesce a riconoscere la periferica. Non lo trovo quindi nelle Risorse de Computer e il software Update mi mette un punto interrogativo perché non vede il device. Nel frattempo il Bryton si ricarica attraverso la usb.

        • Ciao Sandro,
          anch’io utilizzo Windows 10 e funziona tutto a meraviglia. Ma anche con il Mac non ho mai sentito lamentele da parte degli utenti,
          Sul tuo PC hai installato il Bryton Update Tool ? Se provi a lanciare quell’applicazione e poi colleghi il Rider, dovrebbe vedertelo. Se non lo riconosce… può essere un difetto della porta USB del Rider, e in tal caso andrebbe inviato all’assistenza.
          Comunque mi confermi che il Rider funziona e registra i percorsi, giusto ?

  86. Buongiorno Roberto,
    Io possiedo già un briton 310 ma improvvisamente ha cominciato a dare problemi con la rilevazione del contachilometri e la rilevazione di velocità che spesso “saltano”. Sono di bergamo gentilmente sapreste indicarmi dove posso farlo controllare? Pensate che sia un intervento in garanzia?

    Grazie ciao
    Cesare

    • Roberto Chiappa

      Ciao Cesare,
      se la velocità non viene più rilevata e il fenomeno avviene frequentemente, può essere un problema di antenna GPS del Rider.
      La cosa migliore da farsi è contattare il distributore Bryton in Italia, che è Ciclo Promo Components. Invia una mail a info@ciclopromo.com oppure telefona direttamente allo 0423-1996363, di solito sono sempre molto gentili. Ti diranno loro dove spedirlo (generalmente la spedizione è a carico del destinatario, per cui non paghi nulla).
      Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore tua necessità.
      Sportivi saluti, e buone pedalate !!

  87. Salve ho un Briton 310 da circa 2 mesi e mi trovo benissimo. Oggi mentre stavo utilizzando la funzione crea allenamento ho avuto un problema. Dopo aver settato tutti i parametri di riscaldamento lavoro e raffreddamento sono andato a salvare il programma e subito dopo il display si è bloccato restando con la retroilluminazione accesa ma tutto bianco. Come posso risolvere? Grazie mille

    • Ciao Alessio,
      dalla tua descrizione sembra essere un “bug” firmware, da stabilire se occasionale oppure permanente.
      Se il problema si ripresenta, ti consigliamo di contattare il distributore Bryton in Italia, che è Ciclo Promo Components. Invia una mail a info@ciclopromo.com oppure telefona direttamente allo 0423-1996363, di solito sono sempre molto gentili. Ti diranno loro dove spedirlo (generalmente la spedizione è a carico del destinatario, per cui non paghi nulla).
      Restiamo a disposizione per qualsiasi ulteriore tua necessità.
      Sportivi saluti, e buone pedalate !!

  88. Grazie mille per la risposta sempre molto gentile.
    HO RISOLTO!!:):)
    Ho premuto contemporaneamente tutti e tre i tasti ed è ripartito tranquillamente senza aver resettato nulla e per di più mi aveva salvato anche il programma di allenamento con tutte le ripetute. Graziella mille.

    • Benissimo, sono contento che non si sia trattato di un grave malfunzionamento.
      Comunque, se dovesse ripetersi nuovamente, segnala la cosa a Ciclo Promo Components, che avviserà i tecnici Bryton.
      Solitamente i piccoli “bug” vengono risolti con gli aggiornamenti firmware.
      Saluti, e buon proseguimento per tutto !!

  89. Ho acquistato un rider 530. Di default nei menu sensori fc,cadenza etc sono in Off e non mi da nessuna possibilità di metterli in On. Non capisco il motivo. Ho fatto un sacco di prove ma nulla. Mi potete aiutare grazie.

    • Ciao Bartolomeo,
      accade lo stesso anche per il Rider 310. Prima di riuscire a mettere in stato “ON” ogni sensore, devi effettuare l’associazione con il Rider, attivando la funzione di “Ricerca”. Poi potrai decidere se mettere i sensori in stato “ON” oppure “OFF”.
      A disposizione per ulteriori approfondimenti, ti inviamo i nostri migliori auguri di Buone Feste.

      • Ti ringrazio ma avevo gia’ provato con la funzione ricerca ma non trova nulla. Ho provato solo con il cardio perché non ho al momento altri sensori. Potrebbe essere la pila da cambiare della fascia cardio? Io non credo magari provo a cambiarla ma ho i miei dubbi. Potrebbe essere altro? Grazie aspetto un tuo commento. Auguri di buone feste anche a te

        • Ciao Bartolomeo,
          che tipo di fascia cardio hai ??
          Mi auguro che sia una fascia che trasmetta con protocollo ANT+, perchè le altre di tipo Bluetooth non vengono intercettate dal Rider.
          Se la fascia è ANT+, credo che si tratti di un problema esclusivamente imputabile alla fascia cardio, forse proprio la pila. Controlla che sia carica, se hai un tester è una verifica semplicissima da effettuare.
          Se la pila è carica, indossa la fascia assicurandoti che i sensori siano leggermente umidi e posizionati correttamente sulla zona toracica.
          Poi accendi il Rider ed esegui la scansione. E vediamo che risultati dà.
          Fammi sapere. 😉

          • Ciao Roberto ti ringrazio per i tuoi preziosi consigli. Il problema comunque era la pila scarica. Ora funziona e posso attivarlo e disattivarlo quando voglio. Buona giornata. Se avrò bisogno in futuro ti contattero’ se non disturbo troppo

          • Ciao Bartolomeo,
            sono contento che tutto si sia risolto con la semplice sostituzione della batteria della fascia cardio.
            Rimango a disposizione per qualsiasi ulteriore tua necessità.
            Sportivi saluti, buone pedalate di fine anno e un augurio per un brillante 2017 !!

  90. Ciao come vedi ti disturbo ancora. Ho notato che non mi fa visualizzare la temperatura. Lo fa in automatico oppure devo fare qualche operazione. Rileva la temperatura tramite gps oppure ha un sensore interno. Spero di non avere solo io tutte queste domande mi sembra di essere l’unico a non saper utilizzare il ciclocomputer. Prima avevo un 310 ma non ho mai avuto queste perplessità. Grazie

    • Ciao Bartolomeo,
      nessun disturbo, ci mancherebbe.
      Il Rider 530 ha il termometro interno per rilevare la temperatura di esercizio, come il Rider 310.
      Nell’elenco dei dati visualizzabili c’è sicuramente la voce “Temp.” e non è necessaria alcuna operazione particolare per vedere il valore, nel senso che quando accendo il GPS, il Rider visualizza la temperatura.
      A disposizione per ulteriori delucidazioni, rinnovo i miei saluti.

  91. Tutto risolto grazie , bastava impostarlo su una delle pagine dati da visualizzare. Grazie ancora per la tua preziosa collaborazione.

  92. Mentre stavo completando il giro odierno mi è comparso l’avviso di batteria scarica. E’ apparso 3 volte in pochi minuti. Ho spento il bryton 310 e a casa ho scaricato la parte registrata del giro e ho caricato il computerino. Se lo avessi tenuto acceso avrei perso il giro? Dopo quanto tempo dall’avviso di batteria scarica?

    Auguri

    • Roberto Chiappa

      Ciao Stefano,
      contraccambio sentitamente gli auguri, gentilissimo.
      Le batterie al litio risentono parecchio delle basse temperature di questo periodo, perchè gli atomi di litio reagiscono con il freddo e perdono elettroni. La carica diminuisce e la batteria si scarica prima.
      Anche le batterie Ni-Cd soffrono il freddo, perchè non avviene efficacemente il passaggio da energia chimica a energia elettrica.
      A volte capita di uscire con la batteria che mostra un livello di circa il 50%, e dopo 3-4 ore segnala che è scarica.
      Il freddo non perdona, meglio anticiparne le reazioni e uscire con la batteria carica almeno al 75%.
      Sinceri auguri, e buone pedalate 2017 !!

  93. Ciao Roberto,
    dopo diversi mesi di utilizzo del Bryton 310 senza alcun sensore associato, mi sono deciso di acquistare un sensore di cadenza/velocità compatibile ANT+ (Echowell Gtr 20). Ma il mio Bryton 310, facendo la ricerca da impostazioni –>sensori –> Vel./Cad. –> Opzione –> Ricerca, non riesce a rilevarlo. Ho fatto vari tentativi, tra cui attivando il sensore con il magnete, sostituendo la batteria al sensore, ma non è cambiato nulla. Volevo chiederti se sia normale che la ricerca dei sensore duri pochissimi secondi (circa 5 secondi). Altrimenti è da considerare che il sensore sia difettoso.
    Grazie.

    • Roberto Chiappa

      Ciao Salvatore,
      lo scan del sensore da parte del Rider dura veramente poco, 5″ è un tempo ragionevole. Chiaramente il sensore vel/cad deve essere in funzione.
      Se il Rider non lo vede, può darsi che ci sia un difetto di trasmissione nel tuo Echowell GTR-20. Oppure un difetto nel Rider.
      Dovresti provare ad associare un sensore velocità e/o cadenza di qualche tuo amico, per vedere come si comporta il Rider. Se funzione, vuol dire che il problema è sicuramente dell’Echowell.
      Rimango a disposizione per qualsiasi approfondimento.
      Sportivi saluti, e un augurio di buone pedalate !!

      • Buongiorno Roberto,
        grazie della risposta. Sto procedendo alla sostituzione del sensore su indicato, appena proverò quello nuovo ti farò sapere.

        Saluti e tanti auguri anche a te.

        • Roberto Chiappa

          Ok, perfetto.
          Ci sentiamo in seguito.
          Buone pedalate !!

          • Ciao Roberto,
            arrivato il nuovo sensore, funziona tutto perfettamente. Il Bryton 310 ha riconosciuto il sensore senza problemi. 😉

          • Roberto Chiappa

            Wow !!
            Benissimo, sono contento per te.
            Non mi resta che augurarti buone e divertenti pedalate 2017 !!

  94. Buon giorno
    Ho sbagliato ad impostare la lingua nel dispositivo rider 330 al primo avvio.
    C’è un modo per risolvere il problema e modificare la lingua errata?
    Grazie

    • Roberto Chiappa

      Ciao Andrea,
      vai nel menu “Impostazioni” – “Generale” – “Sistema”, scorri le voci finchè troverai “Lingua”. Clicca e ti compariranno le lingue possibili. Seleziona quella desiderata, conferma con il tasto centrale e torna poi indietro con il tasto sinistro.
      Per qualsiasi altre delucidazioni, resto a disposizione.

      • Buon pomeriggio Roberto
        Mi dici di andare nel menù impostazioni però non ci riesco. Il dispositivo ha tre bottoni, da spento si preme quello centrale e si accende, se premo quello di sx si spegne, se premo quello di dx per qualche secondo mi compare un menù con tre voci sound, back light off, cykel 1/2. Non c’è altro. Cosa faccio? Grazie

        • Roberto Chiappa

          Ciao Andrea,
          non devi tenere premuto il tasto sinistro per molto tempo, devi solo schiacciarlo una volta, rapidamente, come qualsiasi altro tasto di un computer.
          Fammi sapere come va.

  95. Salve Roberto,
    Ho di recente acquistato un 530 ma dopo aver impostato tutto mi accorgo che non mi rileva i watt. Nella icona massima /minima mi restano i trattini… come posso fare per risolvere?

    • Roberto Chiappa

      Ciao Floreana,
      che misuratore di potenza hai?
      L’accoppiamento fra Rider 530 e misuratore di potenza è avvenuto correttamente?
      Se l’accoppiamento è OK, quali campi hai impostato per la visualizzazione? (ci sono valori assoluti e valori riferiti alla frazione, cioè al “lap”).
      Fammi sapere, così possiamo valutare assieme a te ciò che vorresti tenere sott’occhio.
      A presto, buone pedalate !!

      • Ciao Roberto… allora io dal menu vado a sensori-vel/cad e questo è accoppiato con un cod ID1962. Poi se da sensori passo a Potenza non mi fa l’accoppiamento resta in off. Potrebbe derivare da questo il problema? Ho cambiato tutte le batterie ma il problema resta. Ti prego aiutami perché è da 3gg che ci combatto e sto sclerando…dimmi se puoi tutti i passaggi che devo fare… scusa se ti faccio perdere tempo ma sono sull’esaurito spinto

        • Roberto Chiappa

          Ciao Floreana,
          scusa se rispondo solo ora ma sono stato via tutto il giorno.
          Ripeto la prima domanda: che misuratore di potenza hai?
          Per l’accoppiamento, è il medesimo del sensore velocità/cadenza, la procedura che hai effettuato è corretta.
          Resto in linea per le news.
          A presto !!

  96. Ciao Roberto, avendo il 530T pensavo che il sensore di potenza fosse integrato al sensore cad/vel. Anche perché avendo già Il sigma rox 8.1 quello misurava i watt con lo stesso sensore cad/vel. Il dubbio mi era venuto ma cercando misuratore di potenza rider 530 non trovo nulla se non i sensori che già ho. Hai qualche indicazione da darmi a riguardo? Qualche sensore si potenza che può essere adattato al bryton? Grazie ancora

    • Roberto Chiappa

      Ciao Floreana,
      il Sigma Rox 8.1 calcola una potenza teorica, basandosi su parametri del carico esterno (peso bici, peso ciclista, velocità media, pendenza media).
      Infatti il manuale Rox recita che non si tratta della potenza espressa sui pedali all’atleta, ma della potenza necessaria per spostare la bicicletta.
      E’ un valore che lascia il tempo che trova. Basta che cambi la densità dell’aria, il vento, l’abbigliamento del ciclista, il coefficiente di attrito dei pneumatici e il valore della potenza teorica diventa un numero privo di significato.

      Il Bryton Rider gestisce tutti i misuratori di potenza che trasmettono in modalità ANT+, che sono i più diffusi. C’è l’imbarazzo della scelta.
      Il Powertap nel mozzo posteriore (ma in caso di manutenzione devi spedire la ruota alla Casa), i Garmin Vector nei pedali, gli Stage nelle pedivelle (dicono che consumino parecchio la batteria), SRM, Pioneer e Quarq sulla guarnitura, e i Favaro BePRO, anch’esso sui pedali, ai quai avevamo dedicato un articolo di presentazione per il fatto che non costano uno sproposito e, dalle voci che circolano, sembra che funzionino bene.

      A disposizione per approfondimenti, ti invio sportivi saluti e un augurio per divertenti pedalate !!

  97. Buonasera e complimenti per l’articolo che mi ha spinto ad acquistare il 310e , è veramente bello e ho iniziato a personalizzarlo.
    Volevo gentilmente chiederti, è possibile importare i km già percorsi con la bici sul Rider ?
    grazie anticipate

    • Roberto Chiappa

      Ciao Livio,
      ti ringrazio per i complimenti, tutti noi facciamo del nostro meglio per alimentare la passione per il ciclismo.
      Per settare nel Rider il chilometraggio già fatto in precedenza, devi andare nel menu “Impostazioni” – “Profilo” – “Profilo Bici” – “Panoramica” – “Bici 1+2”.
      Selezioni “ODO” e poi con i tasti up&down sinistro e destro inserisci il valore desiderato. Poi confermi con il tasto centrale arancione.
      Per qualsiasi altra delucidazione, rimango a disposizione.
      Sportivi saluti, e buone pedalate 2017 !!

      • Uao, Roberto sei in fenomeno! Problema risolto grazie 1000

        • Roberto Chiappa

          Ottimo.
          Ora non ti resta che scatenare la potenza sui pedali.
          Buon divertimento !!

          • Ciao Roberto, ti disturbo ancora una volta perché ho un problema con il mio rider nel senso che non riesco a caricare e vedere i dati registrati sul pc (sul sito bryton a cui mi sono registrato) .
            Quando accedo e inserisco le mie credenziali al successivo tentativo di caricare i file mi rimanda a quale sorgente (clicco) sulla schermata del rider310 e mi dice che devo scaricare il sw bryton update, che ho già installato….. (dall’app sul mio iphone vedo i dati registrati) ma non ho capito perché dal pc no.Grazie per un tuo aiuto. ciao Livio

          • Roberto Chiappa

            Ciao Livio,
            può darsi che si tratti di un problema temporaneo dell’applicazione web di Bryton.
            Ho provato a caricare i dati dal Rider al PC… ma non ho avuto problemi.
            Ho semplicemente collegato il Rider al PC tramite cavo USB, poi sono entrato sul mio profilo Bryton del sito, ho selezionato la scelta di “Carica file”, quindi l’applicazione mi ha chiesto di selezionare i file dal Rider e tutto è filato liscio.
            Boh… strana faccenda…
            Riprova a effettuare le mie medesime operazioni e vediamo il risultato. Poi fammi sapere.
            A presto !!

  98. ciao roberto sono possessre di un bryton 310 mi trovo molto bene , ma vorrei sapere come si fa ad azzerare la distanza totale peche ogni anno vorrei ricominciare per vedre anche quanti km riesco a percorrere , grazie stefano

    • Roberto Chiappa

      Ciao Stefano,
      per azzerare la distanza totale “ODO” esistono due possibilità.
      – La prima è resettare il device, premendo contemporaneamente tutti e tre i tasti. Metodo rapido, ma poi devi rifare le impostazioni dei parametri personalizzati (età, peso corporeo, peso bici, fuso orario, ecc).
      – La seconda prevede qualche passaggio in più, ma è la meno invasiva. Vai nel menu “Impostazioni” – “Profilo” – “Profilo Bici” – “Panoramica” – “Bici 1+2”.
      Selezioni “ODO” e poi con i tasti up&down sinistro e destro torni a zero. Poi confermi con il tasto centrale arancione.

      A disposizione per ulteriori delucidazioni, ti invio i miei migliori saluti e un augurio di buone pedalate 2017 !!

  99. carissimo Roberto ti ringrazio tutto a posto sempre preciso e gentile anche a te i migliori saluti stefano

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*